informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Scienze motorie fa per me? I motivi per sceglierla

Stai valutando in quale facoltà intraprendere il tuo percorso di studi? Hai una passione per lo sport, e ti chiedi “ma scienze motorie fa per me?”

Se vuoi scoprire se la facoltà di scienze motorie è adatta a te, non ti resta che cercare più informazioni possibili su cosa ti attende e poi valutare se è effettivamente ciò di cui hai bisogno e che ti può interessare.

Scegliere la facoltà ideale non è sempre semplice, specie se non hai ancora le idee chiare. Di certo, per frequentare la facoltà di scienze motorie sarebbe l’ideale che tu abbia una profonda passione per le attività sportive.

Il piano di studi di questa facoltà è variegato e approfondisce su discipline specifiche, ma il fulcro è sempre l’attività fisica.

Scopriamo quindi se scienze motorie è adatta a te.

Scienze motorie è adatta a me? Ecco i motivi per cui dovresti considerarla

Ti stai chiedendo se dopotutto, studiare scienze motorie fa per te e se ne vale davvero la pena?

Solo tu puoi sapere quale sia la strada giusta da percorrere, ma noi possiamo aiutarti a capire che strada si prospetta davanti a te nel caso decidessi di frequentare la facoltà di scienze motorie.

Vediamo se questo percorso formativo fa per te.

Il piano di studi è molto vario e stimolante

Il piano di studi di scienze motorie comprende una vasta gamma di argomenti, andando ad approfondire su specifiche discipline.

Ma esattamente, cosa si studia?

Ovviamente, si studia il corpo umano, poiché è fondamentale avere una base teorica sul nostro organismo dal momento in cui è coinvolto nell’attività fisica.

Quindi studierai:

  • Il corpo umano internamente ed esternamente
  • A livello macro e microscopico
  • Le malattie (come ci si ammala, prevenzione, aggravamenti e ricadute)

Inoltre, nei primi 3 anni, studierai in maniera approfondita argomenti come:

  • Nascita dello sport
  • Come si insegna una disciplina sportiva
  • Gestione di una squadra e del singolo atleta dal punto di vista emotivo
  • Tecniche di marketing per la promozione della propria associazione sportiva o centro
  • Amministrazione delle lezioni in diversi ambiti e a seconda del target
  • Come rendere il gruppo coeso e far integrare i singoli
  • Come permettere l’inclusione di un/una alunno/a disabile

Dopo i primi 3 anni di studio, potrai specializzarti con una laurea magistrale con una maggiore conoscenza su ciò che vorrai approfondire.

Puoi lavorare come libero professionista

Come vedremo più avanti, potrai ricoprire diversi ruoli professionali. Potrai lavorare sia come dipendente ma anche come libero professionista, cioè mettendoti in proprio, dando vita alla tua attività.

Ti verranno fornite, come abbiamo visto, tutte le basi per creare la tua attività e come promuoverla per attrarre clienti.

Non dovrai passare ore in ufficio

Scienze motorie fa per me? Questo dipende anche dal tipo di impiego che cerchi.

Quindi poniti queste domande:

  • Cerchi un lavoro sedentario, con orari precisi, dove starai in un ufficio per gran parte della giornata?
  • Preferisci spazi chiusi?
  • Al contrario, preferisci stare all’aperto perché gli ambienti chiusi ti tolgono l’aria?
  • Sei una persona dinamica?
  • Ti piace stare a contatto con le persone e stimolarle?

Se alle prime due domande hai risposto no, e alle altre sì, significa che scienze motorie potrebbe essere la scelta giusta per te.

Puoi ricoprire ruoli diversi nel panorama sportivo

Una volta che avrai la tua laurea in scienze motorie, potrai ricoprire diversi ruoli professionali del panorama sportivo.

Perciò non limitarti a pensare che potrai lavorare solo ed esclusivamente come insegnante di ginnastica, per fare un esempio.

In realtà, hai un’ampia scelta. Di fronte a te hai numerose opportunità.

Per fare qualche esempio, potresti lavorare come:

  • Direttore tecnico di organizzazioni sportive, che si occupa, all’interno delle società, del coordinamento e dell’organizzazione delle attività agonistiche. Questo significa che si occupa della gestione di tutte le attività dei singoli atleti e delle squadre.
  • Allenatore e personal trainer
  • Manager di singoli atleti

Specializzati in Scienze Motorie con Unicusano

Se stai pensando di intraprendere un percorso di studi in scienze motorie, i percorsi universitari Unicusano rappresentano la soluzione ideale per te.

Attualmente Unicusano propone un corso di laurea triennale e un corso magistrale:

  • Corso di Laurea in Scienze Motorie (L-22)
  • Corso di Laurea in Scienza e Tecnica dello Sport (LM-68)

La laurea triennale ha come obiettivo quello di fornirti le conoscenze fondamentali relative agli aspetti biologici e fisiologici dell’esercizio fisico insieme alle basi psico-pedagogiche e sociali dell’educazione motoria e agli aspetti giuridici relativi. Scopo del corso di laurea in scienze motorie è la formazione di professionisti capaci di operare nella variegata area delle attività motorie e sportive.

La magistrale completa questo percorso con conoscenze specialistiche.

La particolarità di questi corsi di laurea è che fanno parte del “Percorso Eccellenza”, un innovativo approccio alla didattica che prevede:

  • La presenza di un mentore esclusivo per ogni studente
  • La possibilità di sostenere gli esami finali sotto forma di esoneri, per organizzare al meglio lo studio

Inoltre, potrai seguire le lezioni comodamente online, grazie ad una piattaforma di e-learning attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Se vuoi iscriverti e intraprendere questo percorso, compila il form.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / VaDrobotBO

Commenti disabilitati su Scienze motorie fa per me? I motivi per sceglierla Studiare a Pescara

Leggi tutto

Come dare tre esami durante la sessione autunnale?

Sei alla ricerca di consigli su come dare tre esame durante la sessione autunnale?

Preparare tre esami durante una sola sessione può sembrarti una sfida fin troppo ambiziosa. Non temere: possiamo dire si tratta di un ritmo adeguato, se sai come organizzare al meglio il tuo tempo.

Chi riesce a dare parecchi esami durante le sessioni di solito ha alcune caratteristiche fondamentali:

  • Lavora per obiettivi
  • Pianifica il suo studio
  • Usa un buon metodo di studio
  • Non procrastina
  • Non si distrae

Noi abbiamo deciso di spiegarti ciascun punto per aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo finale: dare tre esami in una sessione.

Se saprai organizzare al meglio il carico di studi e le tue giornate in generale (e non solo) riuscirai a studiare per tre esami differenti ed eccellere. Vuoi sapere come? Di seguito ti diamo qualche consiglio

Dare tre esame durante la sessione autunnale: eccome come fare

Vuoi sapere come dare tre esame durante la sessione autunnale?

In questa breve guida ti diamo qualche prezioso consiglio per aiutarti a organizzare al meglio lo studio per la sessione che sta per arrivare.

Stabilisci degli obiettivi

Stabilire degli obiettivi è fondamentale per riuscire ad avere un’idea, man mano che procedi, dei progressi e per organizzarti.

Quando parliamo di obiettivi intendiamo una lista di compiti da assolvere giornalmente, settimanalmente e mensilmente. Saranno una sorta di linea guida per aiutarti nell’organizzazione.

Ad esempio, un obiettivo giornaliero potrebbe essere sistemare tutti gli appunti di una materia. Un obiettivo settimanale riuscire a studiare tot pagine, e uno mensile infine, aver finito tot capitoli.

Insomma, dovrai gestirteli in base a come ti preparerai. L’importante è fissare obiettivi reali e raggiungibili. Un obiettivo surreale sarebbe prefissarsi di finire un intero testo in una giornata. Fissare obiettivi, rispettarli e quindi raggiungerli, sarà un boost alla tua autostima.

Usa il metodo di studio universitario

Sapevi che esiste il metodo di studio universitario, adatto a organizzare e studiare l’intenso carico di studio del programma dell’università?

Utilizzare questo metodo ti consente di gestire la mole di studio in maniera più semplice, e apprendere i vari concetti in modo più efficace.

Vediamo in breve per concetti chiave in cosa consiste:

  • Seguire le lezioni in modo attivo, facendo domande ai docenti e prendendo appunti
  • Revisionare gli appunti dopo le lezioni e ripeterli
  • Studiare i libri di testo e dispense insieme agli appunti
  • Creare schemi utilizzando parole chiave
  • Rileggere e ripetere, creando un proprio riassunto

Fai una tabella di marcia per organizzare lo studio e gli altri impegni

Organizzare il carico di studio e tutti i tuoi impegni può diventare complesso se stai cercando di capire come dare tre esami durante la sessione autunnale. Ma nessun problema, un modo c’è.

Dovrai creare una tua tabella di marcia e rispettarla al meglio.

Già con il metodo di studio universitari, e con la selezione degli obiettivi, creare la tua tabella di marcia, o piano d’azione, o come vorrai chiamarlo, risulterà più semplice.

Dovrai creare un tuo calendario, scrivendo tutti i tuoi impegni e farli incastrare con lo studio in modo che ad ogni evento venga dedicato il giusto tempo.

Creando un calendario ben specifico con impegno, scrivendo orari e importanza, ti permetterà di fare anche una lista delle tue priorità e gestire meglio le tue giornate.

Non procrastinare

Una regola fondamentale se vuoi dare tre esami durante la sessione autunnale e rispettare i tuoi obiettivi, è non procrastinare.

Non puoi creare una tabella di marcia e non rispettarla: non avrebbe senso.

Perciò, ogni volta che decidi di procrastinare, fatti queste domande:

  • Ne vale la pena?
  • Perché scappo dalle mie responsabilità?
  • Se rimando ora, avrò realmente tempo per recuperare in seguito?
  • Quali vantaggi traggo dal rimandare i miei impegni?

Ovviamente, rimandare non è mai un vantaggio per noi. Può dare un sollievo momentaneo, ma sappiamo tutti poi come finirà: arriverai ad un punto in cui vorrai recuperare tutto in troppo poco tempo, aumentando il tuo stress e il livello di fatica. Ecco, non ha senso infliggerti questo, non ha senso “autosabotarti” in questo modo. Perché ogni volta che procrastini, ti stai auto sabotando.

Quindi chiediti: vuoi davvero dare il meglio di te? Vuoi raggiungere quegli obiettivi?

Non distrarti durante lo studio

Ovviamente, per riuscire a seguire i tuoi piani, oltre a non rimandare i tuoi doveri, devi anche saper mantenere la concentrazione e quindi non distrarti durante le sessioni di studio.

Come fare? La prima cosa è lavorare sulla tua forza di volontà. Senza quella non farai molta strada. Ogni volta che la mente comincia a distrarsi, cerca di rimanere concentrato fino al termine del tuo obiettivo.

Poi, parlando dal punto di vista materiale, pratico, partiamo dall’ambiente in cui studi. Questo deve essere pulito, ordinato, ben illuminato, confortevole. Ci passerai parecchie ore, perciò devi trovarti bene.

Quando inizi a studiare, allontana tutte le distrazioni, magari mettendo il cellulare in modalità aereo. Per finire, prova ad utilizzare la tecnica del pomodoro per rimanere concentrato e dedicare allo studio il giusto tempo.

Su come dare più esami in una sessione abbiamo detto tutto per oggi: non ti resta che fissare i tuoi obiettivi e dedicarti con profitto allo studio.

***

Credits Immagine: DepositPhotos/ undrey

Commenti disabilitati su Come dare tre esami durante la sessione autunnale? Studiare a Pescara

Leggi tutto

Come acquisire la perfetta mentalità dello studente (e performare meglio)

Lo studio e la preparazione degli esami sono attività che richiedono concentrazione, metodo e strategia. Se, ogni volta che ti trovi alle prese con un esame, percepisci sempre una sensazione di difficoltà legata alla tua preparazione, allora ti sarà utile adottare il giusto mindset. Sì, ma come acquisire la perfetta mentalità dello studente e quindi performare meglio?

In questa guida ti spiegheremo cos’è la mentalità dello studente universitario e come acquisirla, in modo da avere maggior successo. Adottare il mindset dello studente migliora ovviamente la tua carriera universitaria, ma non solo. La potrai applicare anche in altre aree della tua vita, ad esempio in futuro, nel tuo lavoro. Perciò si tratta di un investimento che il/la te del futuro apprezzerà.

Non aspettarti di riuscire da un giorno all’altro a cambiare atteggiamento e modo di pensare: si tratta pur sempre di un processo lungo e anche tortuoso per alcuni.

L’importante è non lasciarsi abbattere e cercare di migliorare di giorno in giorno, tenendo a mente i propri obiettivi.

Allora, sei pronto per cominciare?

Come migliorare i tuoi risultati nello studio

Migliorare i risultati nello studio è l’ambizione di tutte le matricole universitarie. Migliorare significa studiare di più, in meno tempo e con maggiore concentrazione. Vuoi scoprire anche tu come acquisire la mentalità dello studente perfetta? In questa guida ti spiegheremo passo passo qual è il mindset giusto da adottare affinché tu possa raggiungere ottimi risultati.

Cos’è la mentalità dello studente?

La mentalità con cui affronti la tua vita è determinante per ottenere risultati: questo principio vale anche nello studio. Facciamo un esempio pratico. Se ritieni che una cosa sia inutile, è ovvio che di conseguenza non ci metterai impegno. Se ritieni che un compito non sia alla portata delle tue capacità, senza neppure prima provare, il risultato sarà che non ti sforzerai nemmeno di dare il tuo meglio, o, alla peggio, non ci vorrai neanche provare.

Prova a pensare, qual è la tua mentalità nei confronti dell’università?

La ritieni troppo difficile per te, fuori dalla tua portata?

Se hai un approccio negativo verso il tuo percorso di studi, o meglio, verso le tue capacità di affrontarlo, di conseguenza te la vivrai malissimo. Non sentirai la motivazione e la forza per dare il massimo. Se invece hai una visione positiva, riuscirai sicuramente a partire privo di pregiudizi. Attenzione, non stiamo dicendo che la mentalità ti permetterà di ottenere, da sola, ottimi risultati: chiaro è che, senza impegno e senza studio, i risultati non arriveranno. Tuttavia, pensare in chiave positiva, concentrarti solo sui fattori che puoi controllare (ad esempio, la tua costanza nello studio) sono due approcci vincenti per aumentare le tue possibilità di ottenere risultati.

Qual è il giusto mindset da adottare per ottenere risultati migliori?

Ti sembrerà banale, o impossibile, ma la chiave del successo sta tutto nella tua mente.

Gli imprenditori di successo, ad esempio, hanno una visione realistica della realtà, che li porta a essere obiettivi, ma non si lasciano fermare da questa. Anzi, attraverso la loro fiducia e positività, riescono ad aggirarla, creando sistemi per avere successo.

Ecco, all’università è la stessa identica cosa. Se hai fiducia nelle tue capacità, trovi le tue motivazioni, ti prefiggi degli obiettivi a breve e lungo termine, approcciando ogni giornata con uno sguardo positivo e propositivo, le prestazioni saranno nettamente migliori.

In conclusione

Avere una visione positiva, presta attenzione, non è come avere una bacchetta magica: questa non basta a ottenere fin da subito ottimi risultati. Si tratta di una cosa che richiede tempo e non solo.

Il solo atteggiamento positivo non porta da nessuna parte: devono esserci impegno, buona volontà e costanza, e ovviamente, capacità di organizzazione, un buon metodo di studio, supporto quando ne hai bisogno.

Perciò, ricorda perché hai iniziato l’università, cosa ti spinge a continuare e quali sono i tuoi obiettivi. Credi nelle tue capacità e nella possibilità che puoi sempre migliorare.

Con questo bagaglio di consapevolezza, creati una routine adeguata e delle tecniche per riuscire a studiare con costanza e dedizione.

In bocca al lupo!

***

Credits Immagine: DepositPhotos / gpointstudio

Commenti disabilitati su Come acquisire la perfetta mentalità dello studente (e performare meglio) Studiare a Pescara

Leggi tutto

Come preparare una presentazione virtuale?

Come preparare una presentazione virtuale e quali sono gli ingredienti per renderla avvincente e piacevole?

Se studi all’Università, sicuramente ti sarà capitato di imbatterti in una richiesta di presentazione, magari per illustrare un progetto di lavoro o una ricerca.

Attraverso questa guida, ti daremo diversi consigli, non solo sulle piattaforme, software che potrai utilizzare, ma anche dei consigli pratici per rendere la tua presentazione più accattivante, in modo da ottenere l’attenzione del tuo pubblico e favorendone la visione.

Nella preparazione di una presentazione virtuale, devi tenere conto di diversi aspetti riguardo l’estetica, che hanno uno scopo soprattutto funzionale.

Piccoli dettagli come font, spaziature, scelta dei colori, immagini e disposizione del testo, possono fare notevolmente la differenza: non sottovalutarli.

Di seguito, entreremo nel dettaglio su questo argomento.

Preparare una presentazione virtuale: ecco come fare

Devi preparare una presentazione virtuale e non sai da che parte iniziare?

Non farti prendere dal panico: esistono moltissime piattaforme con funzionalità avanzate ma allo stesso tempo davvero semplici e intuitive su cui fare affidamento; inoltre, ti daremo diversi consigli per creare una presentazione avvincente.

Cominciamo!

Quale piattaforma utilizzare?

Esistono diverse piattaforme e software che si prestano alla creazione di presentazioni virtuali.

A livello di interfaccia, funzionalità ed esperienza, sono tutte molto simili, ma alcune hanno delle peculiarità che possono fare la differenza, a seconda di quello di cui hai bisogno nello specifico. Ecco le piattaforme più comuni per creare slides velocemente:

  • Power Point. Si tratta di una delle piattaforme più famose per creare presentazioni. Semplice e intuitivo, permette di realizzare slide in facilità, con tante funzionalità. Disponibile all’interno del pacchetto Office
  • Apple Keynote. Utilizzabile nei dispositivi Apple, e ritenuto generalmente più semplice di Power Point. Su Keynote trovi tanti temi già pronti da personalizzare in pochi click, anche collaborando da remoto con altre persone
  • Prezi è un’altra piattaforma, che però viene utilizzata online. I template sono già preimpostati e, anziché sfogliare le slide, la presentazione è su un unico “foglio” e i vari argomenti vengono “zoomati”
  • Infine, ti menzioniamo anche Presentazioni di Google, fruibile anch’esso online, semplice da usare, e particolarmente utile se sei abituato ad utilizzare i servizi Google.

I passi da seguire per preparare una presentazione virtuale

Come preparare una presentazione virtuale? Quale procedimento devi seguire?

Non esistono regole ferree: molto dipende da quello che devi presentare, dal contesto di riferimento e dalle specifiche necessità che hai. Tuttavia, esistono alcuni capisaldi:

  1. Individua l’argomento e l’obiettivo: in questo modo delineerai il tuo progetto con più facilità;
  2. Crea uno storyboard, capendo a grandi linee quante slide serviranno e dove posizionare gli argomenti. Non perfezionare una singola slide prima di avere chiare anche le altre, perché potresti fare tanto lavoro per nulla!
  3. Pensa al design, ai colori, font: fai ricerche su ciò che è leggibile e accattivante (te ne parleremo meglio nel prossimo paragrafo)

Una volta fatti i dovuti perfezionamenti, la tua presentazione online sarà pronta.

Come rendere la tua presentazione virtuale coinvolgente

Come abbiamo detto, ogni presentazione virtuale che si rispetti, deve possedere determinate caratteristiche per poter essere davvero efficace.

Ecco alcune piccole accortezze che possono fare la differenza:

  • Sii schematico: non scrivere muri di testo per slide, ma usa parole chiave, concetti brevi di facile e immediata comprensione
  • Utilizza font leggibili, non utilizzarne troppi e diversi tra loro
  • Cattura l’attenzione utilizzando i colori adatti. Se possibile, prediligi sfondi chiari e scritte scure, per migliorare la leggibilità
  • Non essere monotono: rendi ogni slide unica
  • Utilizza immagini, animazioni ed elementi grafici, ma non esagerare. Fai in modo che ogni componente sia in armonia con l’altro
  • Coinvolgi il tuo pubblico con domande e interrogativi
  • Quando presenti, non soffermarti per più di 20 minuti per ogni slide: la soglia dell’attenzione di una persona in genere rientra tra i 20 e 40 minuti e in una situazione virtuale è maggiormente ridotta. Per ottenere buoni feedback evita di essere prolisso

Quali sono i font e i colori più adatti?

Rispetto ai font per una presentazione, ce ne sono diversi adatti allo scopo:

  • Lato è molto minimal
  • Georgia è tra i più adeguati per chi ha difficoltà nel leggere
  • Open dyslexic è il font specifico per chi ha DSA
  • Helvetica, Courier, Arial, Verdana, CMU

Non in tutte le piattaforme saranno disponibili questi font, ma prova a cercare facendo qualche ricerca, quelli che ci si avvicinano di più.

Per quanto riguarda i colori, gli esperti di marketing li utilizzano per le proprie campagne (e per i loghi di brand) per riuscire a trasmettere chiari messaggi agli spettatori.

Ogni colore trasmette un messaggio inconscio preciso:

  • Il bianco rappresenta la calma
  • Il rosso entusiasmo, la giovinezza, la sfrontatezza
  • Il giallo ottimismo, chiarezza e calorosità
  • Il blu la fiducia, la forza, l’affidabilità
  • L’arancio esprime confidenza, amicizia
  • Il verde la pace, la salute, la crescita
  • Il viola la saggezza, la creatività, l’immaginazione

Ora pensa al tuo brand preferito, ad esempio. Il suo loro, che colori ha? Cosa ti trasmettono? Sono in linea con il brand stesso? La maggior parte delle volte sì. Usa questo sapere a tuo vantaggio per attirare non solo l’attenzione del tuo pubblico, ma anche per rinforzare il messaggio che vuoi trasmettere. Ricorda che la memoria visiva è molto più forte di quella uditiva. Perciò il design ha una componente importantissima nella creazione della tua presentazione online.

Su come creare una presentazione virtuale abbiamo detto tutto, per oggi: non ti resta che metterti a lavoro e scegliere la piattaforma migliore per le tue esigenze.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / pressmaster

Commenti disabilitati su Come preparare una presentazione virtuale? Studiare a Pescara

Leggi tutto

Quali sono le opinioni su Unicusano?

Qual è l’opinione degli studenti su Unicusano?

Scegliere l’Ateneo giusto può essere una sfida difficile da affrontare. Il cambio di abitudini e il passaggio tra scuole superiori e Università può essere impegnativo, soprattutto se non si sceglie l’Ateneo migliore per le proprie esigenze. Spesso il modo migliore per capire se l’Università a cui stai pensando di iscriverti è quella giusta per te è leggere le opinioni di chi l’ha già frequentata e capire quali sono i vantaggi che offre.

Siamo convinti che l’Università sia il punto di inizio di una carriera professionale e, proprio per questo, deve essere un luogo di crescita e di sviluppo.

Ecco cosa pensano gli studenti del nostro Ateneo.

I vantaggi di Unicusano: cosa piace agli studenti?

Ci sono alcuni aspetti della didattica Unicusano e del nostro approccio particolarmente apprezzati dagli studenti. Ecco quali sono:

  • La possibilità di seguire le lezioni online, attraverso la metodologia telematica
  • Autonomia e flessibilità organizzativa, che consente anche agli studenti lavoratori di seguire le lezioni in qualunque luogo e in qualunque momento
  • La disponibilità dello staff e l’assistenza didattica sempre disponibile di docenti e tutor
  • Le numerose alternative e specializzazioni offerte dall’Ateneo
  • La possibilità di accedere a stage e tirocini, usufruendo anche del Career Service, un valido aiuto per entrare nel mondo del lavoro

Cosa pensano gli studenti della didattica Unicusano

L’Università Niccolò Cusano ha all’attivo circa trenta diversi corsi di laurea on line, tra corsi di laurea triennale corsi di laurea magistrale. Tutti i corsi sono riconosciuti a livello nazionale.

La facoltà di Giurisprudenza ha all’attivo un solo corso di laurea ambito giuridico di durata quinquennale. La Facoltà di Economia, invece, prevede un corso di laurea triennale in economia aziendale e management e un corso magistrale in scienze economiche, con diversi indirizzi di specializzazione.

La facoltà di ingegneria prevede diverse specializzazioni. Iscrivendoti, infatti, potrai accedere a:

  • Laurea magistrale in ingegneria meccanica
  • Laurea magistrale in ingegneria elettronica
  • Laurea in ingegneria industriale
  • Laurea in ingegneria civile
  • Laurea in ingegneria informatica

Non solo discipline scientifiche: in Unicusano è attivo anche il corso in scienze della formazione che offre agli studenti e alle studentesse la possibilità di iscriversi ad un corso di laurea magistrale in scienze pedagogiche, con curriculum:

  • Socio-giuridico oppure psico-educativo
  • Corso di laurea in scienze dell’educazione e della formazione con curriculum educatore dei servizi per l’infanzia
  • Corso di laurea in scienze dell’educazione e della formazione con curriculum educatore psico-educativo e sociale

Allo stesso tempo, è presente una facoltà di psicologia, che propone:

  • Corso di laurea magistrale in psicologia con curriculum psicologia del lavoro e delle organizzazioni
  • Corso di laurea magistrale in psicologia con curriculum psicologia clinica e della riabilitazione
  • Corso di laurea triennale in psicologia, scienze e tecniche psicologiche.

La Facoltà di Scienze Politiche, invece, si articola in:

  • Corso di laurea triennale in Scienze politiche e relazioni internazionali (L-36)
  • Corso di laurea magistrale in Relazioni internazionali (LM-52

Ci sono poi i Corsi di Laurea del Percorso Eccellenza, una nuova modalità didattica che prevede l’assistenza costante di un mentore e la possibilità di dilazionare gli esami finali sotto forma di esoneri. Sono attivi corsi di laurea in comunicazione, sociologia, ingegneria informatica, lettere moderne e scienze motorie.

La qualità della didattica: le recensioni su Unicusano

La qualità della didattica è uno degli aspetti principali da valutare quando si parla di Università. A tal riguardo, Vito ha lasciato su Trustpilot:

“Personalmente mi sono trovato benissimo, una segreteria efficace e disponibile, capisco e comprendo la mole di mail che ricevono da noi studenti, un po’ presi da ansie e incomprensioni, ho trovato professori che dal punto di vista della professionalità e preparazione si sono dimostrati davvero efficienti, tutor disponibili, ho intrapreso anche un percorso d’eccellenza dove ho avuto la fortuna di incontrare una prof. veramente fantastica”

Ma non solo. La qualità della didattica si unisce anche ad un’attenzione costante da parte dei tutor, che facilitano l’organizzazione e la pianificazione dello studio. Lo vediamo leggendo l’opinione di Giovanna, laureata in Giurisprudenza:

“La mia opinione dell’Unicusano? Più che positiva. Venivo da una esperienza in un’altra università, ero molto sfiduciata, ma qui esame dopo esame, con il sostegno dei tutor e dei professori, sono riuscita a ritrovare la voglia di studiare e ad arrivare, finalmente, alla discussione della Tesi. Il pregio di questo ateneo? Ce ne sono tanti. La cosa per me più importante è che ti seguono. Non ti lasciano mai sola. Da altre parti sei solo un numero di matricola. Qui no. E questo fondamentale”.

Cosa ne pensano i lavoratori?

Unicusano è sicuramente la scelta ideale per chi ha degli impegni professionali. Questo perché, grazie alla metodologia telematica, avrai la possibilità di seguire le lezioni online e organizzare liberamente la tua giornata.

Ecco una recensione di Bianca, che su Trustpilot scrive:

Questo è il mio primo anno qui alla UniCusano. Ho scelto appositamente quest’università per poter conciliare lavoro e studio. Professori competenti, tutor sempre disponibili e gentili ad ogni richiesta di chiarimento e aiuto, materiale puntuale e preciso. Studio e determinazione non devono assolutamente mancare per raggiungere risultati brillanti ma avendo come supporto un team del genere tutto sembra essere più raggiungibile. Grazie per la bellissima opportunità ed esperienza! Un percorso di crescita culturale, professionale e personale.

Se vuoi iscriverti al nostro Ateneo e iniziare un percorso di formazione, compila il form.

***

Credits Immagine: Depositphotos.com / photography33

Commenti disabilitati su Quali sono le opinioni su Unicusano? Studiare a Pescara

Leggi tutto

A cosa serve studiare psicologia?

Scegliere il proprio percorso di studi è sempre impegnativo: c’è chi ha già le idee chiare da tempo e chi invece ha bisogno di un’attenta analisi per valutare pro e contro.

Se il funzionamento della mente umana ti appassiona, psicologia potrebbe fare al caso tuo. Per questo ti spiegheremo a cosa serve studiare psicologia, così che questa guida ti possa aiutare a prendere una decisione, qualunque essa sarà.

La psicologia è una scienza affascinante, che si concentra sullo studio della mente e del comportamento umano in tutte le sue sfumature.

Anche se il termine “psicologia” venne coniato a fine 800, in realtà già gli antichi filosofi greci espressero un certo interesse verso i meccanismi della nostra mente.

Comprendere a fondo la natura umana, attraverso il rapporto con i genitori, l’ambiente, la biologia, e tutto ciò che ne consegue, è senz’altro interessante. Chi non ne rimarrebbe strabiliato allo scoprire il perché reagiamo in un determinato modo?

Studiando psicologia, scoprirai moltissime cose, che potrai applicare nel lavoro, come nella tua vita quotidiana.

Perché studiare psicologia? Ecco i motivi per scegliere questa facoltà

Se stai valutando se psicologia può davvero fare al caso tuo, ti capiamo: la scelta è sempre impegnativa e occorre valutare diversi fattori, ad esempio le tue aspirazioni, interessi, il lavoro che punti a fare.

In più, devi valutare a cosa ti può servire studiare psicologia.

Per scoprirlo, non ti resta che continuare a leggere.

#1 Ti permette di comprendere meglio te stesso

Quando si studia psicologia, si fa un vero e proprio viaggio introspettivo.

Sarà un continuo mettersi in discussione, porre domande su sé stessi e sugli altri, confrontarsi, scoprirsi.

Ovviamente, non avrai risposte a tutte le tue domande, né troverai la chiave di ogni cosa, né tantomeno diverrai un essere perfetto che conosce ogni cosa e detiene la verità: tuttavia, sarai una persona che sarà ancora più curiosa e aperta di mente, che sarà pronta a ricercare la verità, riconoscendo i propri limiti e quelli degli altri.

Sarà un vero arricchimento personale che non ha prezzo.

Avere una maggiore consapevolezza di se stessi è un enorme vantaggio che scoprirai studiando psicologia.

#2 Aiuta a capire di più le altre persone

Proprio perché si riuscirà a capire meglio sé stessi, la conseguenza naturale sarà capire anche meglio le altre persone.

Comprenderai i comportamenti, da cosa vengono scatenati, come comprenderli e contestualizzarli, come elaborarli e aiutare gli altri a fare altrettanto. Una crescita insomma, che permette di stare bene con sé stessi attraverso la comprensione dell’altro.

#3 Aiuta a capire meglio le dinamiche delle relazioni umane

Capendo se stessi e gli altri in maniera più approfondita, le nostre relazioni raggiungono una qualità più elevata, permettendoci di trarre maggiori vantaggi, dati da nuove prospettive.

Quando si studia il comportamento del singolo e del gruppo nei diversi contesti, si riesce a capire tante dinamiche, che magari prima ci facevano soffrire o che semplicemente non capivamo. Con una maggiore comprensione, si riesce a costruire relazioni più soddisfacenti e proficue.

#4 Ti insegna come comunicare in modo più efficace con le altre persone

La comunicazione è importantissima in qualsiasi rapporto. Che sia di lavoro, in famiglia, con conoscenti, amici o all’interno di una relazione amorosa, avere una buona comunicazione è fondamentale per la crescita matura e sana del rapporto.

Studiare psicologia significa apprendere nozioni di:

  • gestione delle emozioni
  • comprensione del linguaggio del nostro corpo
  • comunicazione efficace
  • comunicazione assertiva

Curare la comunicazione significa migliorarla, e di conseguenza, migliorare i rapporti.

#5 Favorisce lo sviluppo di un pensiero critico

Il pensiero critico è quel processo che comprende una serie di azioni mentali specifiche che ci permette di arrivare a un nostro giudizio personale (che non dipenderà da quello degli altri).

Studiando psicologia, si fa “pratica” in questo, ottenendone i vari vantaggi.

#6 Conoscerai molte malattie mentali in maniera approfondita

Da sempre, all’interno della nostra società, le malattie mentali non sono mai state accettate, e vengono considerate dei tabù. Molto spesso, vengono minimizzate, ridicolizzate, utilizzate impropriamente, creando dei veri e propri pregiudizi e paure nei loro confronti.

Questa disinformazione sull’argomento, ovviamente, è estremamente nociva.

Studiando psicologia all’università, acquisirai le basi delle varie malattie mentali, disturbi e sindromi, che potrai approfondire con una specializzazione.

#7 Tanti sbocchi lavorativi grazie alle diverse specializzazioni

Grazie alla vasta gamma di argomenti studiati e ai diversi campi di applicazione della psicologia, gli sbocchi lavorativi possono essere molto diversi tra loro.

A seconda dei tuoi interessi e le tue aspirazioni, puoi specializzarti in:

  • Psicologia clinica;
  • Psicologia sperimentale;
  • Psicologia dell’educazione;
  • Psicologia penitenziaria;
  • Psicologia dello sport;
  • Psicologia forense e giuridica;
  • Psicologia organizzativa;
  • Psicologia sociale o comunitaria;
  • Psicologia della religione;
  • Psicologia del lavoro e delle organizzazioni;
  • Psicologia dello sviluppo e delle interpersonali;
  • Psicopatologia;
  • Psicologia dell’invecchiamento.

Queste branche della psicologia ti permettono di inserirsi in diversi contesti, lavorando nel settore pubblico o privato, o anche nel terzo settore, ovvero all’interno di cooperative, ONLUS, organizzazioni ed enti di vario tipo.

Studiare Psicologia con Unicusano

Sei deciso a intraprendere un percorso di studi in psicologia? Unicusano propone diversi percorsi di studio triennali, magistrali e master di I e II livello. Nello specifico, parlando dei corsi di laurea disponibili:

  • Corso di Laurea in Psicologia, Scienze e Tecniche psicologiche (L-24)
  • Corso di Laurea Magistrale in Psicologia (LM-51) – curriculum Psicologia clinica e della Riabilitazione
  • Corso di Laurea Magistrale in Psicologia (LM-51) – curriculum Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni

La laurea triennale è il primo passo fondamentale per acquisire competenze reali nello studio dei processi psicologici e delle scienze umane. A seguito della triennale, puoi specializzarti con una magistrale disponibile in due diversi indirizzi.

Tutti i corsi di laurea Unicusano sono fruibili a distanza, grazie alla metodologia telematica: con questo approccio potrai decidere tu quanto tempo dedicare allo studio, connettendoti ad una piattaforma online attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7. All’interno della piattaforma potrai seguire le lezioni, scaricare il materiale didattico di supporto allo studio e interagire con docenti e colleghi di corso.

Per iscriverti alla Facoltà di Psicologia dell’Università di Pescara Unicusano o per saperne di più, compila il form.

***

Credits Immagine: DepositPhotos /rfphoto

Commenti disabilitati su A cosa serve studiare psicologia? Studiare a Pescara

Leggi tutto

Dove studiare all’aperto a Pescara e dintorni?

Stai cercando luoghi dove studiare all’aperto a Pescara e dintorni?

Studiare all’aperto ha i suoi grandi vantaggi, ma attenzione: è giusto cercare quelli adatti per non ritrovarsi in luoghi che rischiano di distoglierti dal tuo obiettivo.

Ecco perché in questa guida ti presentiamo alcuni luoghi che potrebbero fare al caso tuo!

Sai perché studiare all’aria aperta fa così bene? Esistono diversi studi a riguardo. Questi studi hanno portato alla conclusione che studiare in ambienti naturali incentiva il nostro apprendimento, favorendo l’attenzione e fornendo maggior benessere fisico e mentale.

Ecco perché ogni tanto, quando ti è possibile, anziché studiare a casa o in biblioteca, o nelle aule studio, prova a passare del tempo nella natura.

Se preferisci rimanere seduto per terra, porta una coperta da pic nic, oppure scegli un parco attrezzato con tavoli e panchine ad esempio.

Ma scopriamo ora quali sono i luoghi a Pescara dove studiare all’aperto.

LEGGI ANCHE >> Biblioteche a Pescara: tutti gli indirizzi e gli orari di apertura

Luoghi dove studiare all’aperto a Pescara: ecco i nostri preferiti!

Vuoi studiare all’aria aperta a Pescara ma non conosci i luoghi giusti?

Trovare il luogo adatto per studiare non è semplice, per questo te ne presentiamo qualcuno!

Parco Cocco: “aula studio” all’aperto

Per poter studiare bene, devono esserci sempre due requisiti fondamentali: comfort e silenzio.

Questo significa che devi ricercare luoghi lontano dal caos o qualsiasi distrazione, e anche confortevoli per te.

Puoi amare le aule studio, per le loro comodità, ma se ti dicessimo che a Pescara esiste un un’aula studio all’aperto?

Ebbene sì, il comune ha adibito all’interno del Parco Cocco, uno spazio in cui gli studenti possono studiare in modo confortevole all’aria aperta.

Al parco della caserma Di Cocco ci sono delle speciali panchine: su queste potrai posizionare libri, tablet o computer per poter studiare nel massimo comfort. Questa novità consente di passare ore in un’area verde e tranquilla, assolvendo i propri compiti.

Le panchine sono collocate all’ingresso del parco, poiché in questa zona c’è molta più ombra nei momenti della giornata dove gli studenti sono più impegnate e devono usufruire di questo luogo.

Il Parco Cocco si trova nel centro città, più precisamente in Via dei Pretuzi, a circa un quarto d’ora a piedi dalla stazione ferroviaria di Porta Nuova.

Lo troverai aperto dalle 9.30 fino alle 19.

Parco Montessori

Dopo essere partiti con questa idea originale del Parco Cocco, passiamo al Parco Montessori.

Qui ad una certa ora del pomeriggio è frequentato da famiglie con bambini, vista la presenza di giochi, ma la mattina è un luogo molto tranquillo.

La presenza delle tipiche panche con tavoli da pic nic grandi ti permette di creare la postazione perfetta, con tutto lo spazio che ti serve per sistemare le tue cose e iniziare a studiare alla grande!

Il Parco Montessori si trova in via Giulio de Petra, a 18 minuti a piedi dalla Museo Casa Natale di Gabriele D’Annunzio e dalla stazione ferroviaria di Porta Nuova.

Parco Nicola Calipari

Anche questo è un parco frequentato da bambini, per via della presenza di vari giochi. Tuttavia è un parco verde e ben curato e si trova in una buona posizione.

Perfetto per portarsi una coperta e studiare seduti tra l’erba.

Il Parco Nicola Calipari si trova ad una decina di minuti dalla Stazione Ferroviaria Centrale di Pescara, in via Rigopiano.

Questo spazio è aperto dalle 7 del mattino alle 21.

Parco “Villa De Riseis”

Parco “Villa De Riseis” è un luogo che non puoi proprio perdere. Grazie alle numerose panchine e moltissime zone d’ombra, studiare qui è davvero piacevole.

Per fare una pausa, visita anche il percorso sensoriale con l’orto botanico!

Questo parco è aperto dalle 8 del mattino fino a mezzanotte.

Si trova in via Leopardi, proprio vicino gli stabilimenti balneari e il porto.

Sui posti in cui studiare all’aperto a Pescara abbiamo detto proprio tutto: non ti resta che metterti a lavoro!

***

Credits Immagine: DepositPhotos / diego_cervo

Commenti disabilitati su Dove studiare all’aperto a Pescara e dintorni? Studiare a Pescara

Leggi tutto

Indecisi tra due facoltà universitarie? Ecco come scegliere quella giusta

Come fare quando si è indecisi tra due facoltà universitarie?

Come si sceglie quella più adatta?

Dopo la maturità, può capitare di avere qualche incertezza sul futuro e avere dubbi sulla facoltà migliore per la propria crescita. La scelta della facoltà universitaria può essere impegnativa: si comincia a chiedersi quale sia la strada migliore per sé e spesso si finisce per essere influenzati dall’opinione altrui, siano essi amici o familiari.

Ma quali sono i passaggi importanti da compiere per fare una scelta ponderata e che, possibilmente, non ci faccia pentire?

Non possiamo assicurare che sceglierai la facoltà giusta e non cambierai idea nel tempo, ma possiamo aiutarti a individuare la giusta strada per te, a seconda delle tue aspirazioni e inclinazioni.

Non ti resta che continuare a leggere e poi, mettere in pratica i nostri suggerimenti!

Scegliere la facoltà adatta a te: ecco come fare!

Scegliere tra due facoltà quando si è indecisi può essere veramente impegnativo: temi di avere sempre paura di fare la scelta sbagliata e rimpiangerlo a vita.

Come fare allora per evitare si presenti questo problema? Come fare una decisione ponderata e senza rimpianti?

Ecco come approcciare alla scelta.

Rispondi a queste domande sinceramente

Per prima cosa, è giusto porsi delle domande, interrogarsi su se stessi per comprenderci meglio, analizzare le nostre aspettative ed esigenze.

Per farlo, dovrai rispondere sinceramente a queste domande:

  1. Quali sono le facoltà che penso siano adatte a me e quali non ho considerato? Informati sulle facoltà e corsi di studio che più ti interessano. Se non ti soddisfano a pieno, cerca qualcosa di correlato, che magari non avevi valutato inizialmente. Attenzione però a non mettere troppa carne al fuoco.
  2. Che lavoro mi vedo fare in futuro? Non è semplice rispondere, ma immaginati tra 10 anni.
  3. Quali sono le mie qualità? Dai importanza ai tuoi punti di forza e passioni che svolgi con piacere, poiché potrebbero darti suggerimenti sulla facoltà ideale per te.
  4. Cosa mi piace studiare? Capire cosa ti piace studiare ti aiuta a definire il tuo percorso e gli argomenti con cui ti piacerebbe avere a che fare ogni giorno

Fai dei test di orientamento universitario

Se già non ne hai fatti, ti consigliamo di svolgere test di orientamento universitario, che puoi trovare facilmente online e ti permettono di trovare la facoltà ideale a seconda di interessi e attitudini. Ad esempio, UniCusano ha realizzato UniTest: si tratta di un questionario interattivo che, attraverso un percorso di domande tematiche, riesce a fornire un profilo di studi quanto più possibile in linea alla tua personalità e alle tue attitudini.

Scopo del test è fornire spunti di riflessione a chi si accinge ad una scelta decisiva per il proprio futuro, pertanto non intende né determinare né influenzare la scelta del corso di studio dell’allievo. Puoi trovarlo cliccando qui.

Scegli in base alle tue inclinazioni

Proprio come abbiamo accennato nelle domande che dovresti porti prima di scegliere la facoltà universitaria, è giusto fare la tua scelta dando ascolto alle tue inclinazioni e passioni.

Cosa significa questo? Che dovrai valutare due elementi importanti della tua persona:

  1. cosa ti piace fare nel tempo libero: qualsiasi cosa va bene, che sia leggere, disegnare, fare sport. L’importante che sia qualcosa che fai con passione, che ti rende felice svolgerla;
  2. le tue attitudini, i tuoi comportamenti verso determinate situazioni: ti fai prendere dal panico quando devi gestire tanti impegni o lavori di gruppo o sei sempre la calma in persona? Hai una tendenza a preoccuparti che ogni persona si senta a suo agio e partecipe all’interno di un gruppo? Tendi ad assumere il comando in diverse situazione? Preferisci lavorare in solitudine o in gruppo, o in un giusto equilibrio tra i due?

Analizza i tuoi interessi e le inclinazioni attitudinali che tendi ad avere nelle diverse situazioni di vita quotidiana. Questo ti permetterà di capire che tipo di persona sei, in che ambiente di lavoro ti troveresti meglio e che tipologia di lavoro potresti fare in futuro.

Documentati sì sull’esperienza altrui, ma ricordando che non è totalizzante

Molti studenti e studentesse si affidano sull’esperienza altrui per scegliere la propria facoltà.

Per questo può essere una buona idea confrontarti con chi già sta intraprendendo il percorso di studi a cui aspiri. Tuttavia, è sempre bene ponderare le informazioni che ricevi e non lasciarti condizionare troppo: ricorda che tu non sei loro e le tue esigenze possono essere diverse.

Se degli studenti parlano dei rapporti con docenti, degli esami e via discorrendo, ascolta fino ad un certo punto e cerca di costruire la tua personale idea. Poi, ricorda che ogni persona è differente, con inclinazioni, aspirazioni, esperienze di vita diverse.

Ascoltando l’esperienza altrui, saprai cosa sta passando e cosa sta affrontando quel studente in quel determinato momento, ma non conosci la sua persona e a che cosa punta, e in che modo.

Insomma, ci sono mille variabili, quindi non prendere le testimonianze altrui come complete verità che si estendono anche su di te.

Si tratta di esperienze che vivono persone estranee, ma non per forza sarà ciò che vivresti tu se fossi al loro posto.

Su come scegliere la facoltà giusta abbiamo detto tutto, per oggi: non ti resta che analizzare tutte le variabili a tua disposizione e fare la tua scelta.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / Ischukigor

Commenti disabilitati su Indecisi tra due facoltà universitarie? Ecco come scegliere quella giusta Studiare a Pescara

Leggi tutto

Laurea Magistrale in Scienze Umanistiche – Diffusione della conoscenza a Pescara con il Percorso Eccellenza

Le materie umanistiche sono la tua passione?

Se hai già una laurea triennale e desideri continuare a specializzarti nel settore, il corso di laurea magistrale in scienze umanistiche – curriculum Diffusione della conoscenza è la scelta ideale per te.

Questo percorso, di durata biennale, ha come obiettivo la formazione di professionisti esperti nei settori storico-letterario, linguistico-glottodidattico e storico-geografico.

Accanto alla formazione all’avanguardia, Unicusano si distingue per un approccio innovativo alla didattica: il Percorso Eccellenza. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche della Laurea magistrale in scienze umanistiche – curriculum diffusione della conoscenza.

Quello che devi sapere sul corso di Laurea magistrale in scienze umanistiche – curriculum Diffusione della conoscenza a Pescara

Il corso di Laurea magistrale in Scienze umanistiche – curriculum Diffusione della conoscenza punta a fornire competenze in diversi settori, da quelli letterari a quelli dell’editoria. Questa multidisciplinarietà permette di approcciare a diverse professioni, da quelle più tradizionali (filologo, linguista) a quelle più innovative, come quelle che hanno a che fare con il digital e le pubbliche relazioni.

Cos’è il Percorso Eccellenza

Il Percorso Eccellenza è una delle ultime novità Unicusano, che nasce per alleggerire il carico di studio e favorire il completamento del ciclo di studi nei tempi stabiliti. Tutto questo viene perseguito attraverso l’introduzione di due elementi:

  • La presenza di un mentore, che ti aiuterà a preparare gli esami e organizzare le sessioni di studio
  • La possibilità di sostenere gli esami in forma ridotta, attraverso delle prove intermedie.

Come funziona la Laurea magistrale in scienze umanistiche – curriculum Diffusione della conoscenza?

Il percorso di studi è molto vario e articolata: si passa dalle materie più tradizionali delle lettere, come lingua e letteratura italiana, storia e geografia, linguistica generale e della lingua italiana fino allo studio della seconda lingua (inglese o spagnolo). In più, la magistrale affronta tematiche relative alle metodologie didattiche e all’uso di livello avanzato dei principali strumenti e applicativi digitali.

Le lezioni sono fruibili completamente online, grazie alla metodologia telematica.

I vantaggi per lo studente

I vantaggi del Percorso Eccellenza sono molteplici:

  • La presenza di un mentore esclusivo e dedicato, che ti sosterrà in tutta la durata dei tuoi studi
  • Potrai pianificare al meglio il tuo studio, semplificando l’apprendimento
  • Potrai sostenere gli esami sotto forma di prove intermedie
  • Le lezioni possono essere seguire online, grazie alla metodologia telematica

Per saperne di più, compila il form.

***

Credits immagine: DepositPhoto.com/AndreyPopov

Commenti disabilitati su Laurea Magistrale in Scienze Umanistiche – Diffusione della conoscenza a Pescara con il Percorso Eccellenza Studiare a Pescara

Leggi tutto

Laurea Triennale in Lettere – Materie letterarie e linguistiche a Pescara con il Percorso Eccellenza

Se stai pensando di iniziare un percorso di studi umanistico, Unicusano ha la soluzione ideale per te. La laurea triennale in lettere – Materie letterarie e linguistiche a Pescara con il Percorso Eccellenza è stata pensata per erogare competenze in ambito umanistico ed in particolare nelle aree più tradizionali delle lettere.

Accanto alla qualità della didattica, potrai accedere ad una modalità didattica innovativa che facilita il raggiungimento dei tuoi obiettivi di studio: il Percorso Eccellenza. Ecco in cosa consiste nello specifico.

Guida alla laurea triennale in lettere – Materie letterarie e linguistiche a Pescara

La laurea in lettere con curriculum materie letterarie e linguistiche è accessibile a tutti coloro che possiedono un diploma di studi superiore.

Il percorso dura 3 anni, durante i quali dovrai sostenere esami per un totale di 180 crediti formativi. Al termine del percorso potrai accedere a diverse professioni, dalle più tradizionali relative al lavoro in musei, biblioteche e centri di formazione didattica, alle più innovative, legate al lavoro in agenzie di pubbliche relazioni.

Che cos’è il Percorso Eccellenza

Il Percorso Eccellenza rappresenta un approccio innovativo alla didattica, che si distingue per due principali aspetti. Il primo è la presenza di un mentore dedicato, che ti affiancherà in ogni aspetto del tuo studio. Inoltre, il mentore sarà al tuo fianco per l’organizzazione degli esami. Il secondo aspetto riguarda proprio gli esami, che possono essere sostenuti attraverso prove intermedie.

Come funziona la laurea triennale in lettere – Materie letterarie e linguistiche

Il corso di Laurea triennale in Lettere – curriculum Materie letterarie dura tre anni e fornisce ai laureati conoscenze ed abilità fondamentali per operare nei settori dell’area umanistica più tradizionale. Parliamo dunque, di settori letterari, linguistici, storici e geografici. Queste conoscenze, tipiche del percorso di studi, si combinano con altri insegnamenti, come lo studio di una seconda lingua.

Cosa cambia rispetto a un corso di laurea tradizionale?

La prima differenza riguarda le modalità di esame: ogni prova viene ripartita in esoneri, così da permetterti di bilanciare al meglio il carico di studio.

In più, potrai contare sul supporto dedicato di un mentore esclusivo e dedicato, che ti affiancherà nella tua preparazione. 

I vantaggi per lo studente

I vantaggi per lo studente sono molteplici:

  • Potrai conseguire il titolo entro i tempi prefissati
  • Potrai bilanciare lo studio con la tua vita professionale, seguendo le lezioni online
  • Avrai un mentore che ti affiancherà in tutta la durata del tuo percorso
  • Potrai sostenere gli esami sotto forma di prove intermedie

La retta ammonta a 5000 euro all’anno. Per avere ulteriori informazioni devi semplicemente compilare il form a lato.

***

Credits immagine: DepositPhoto.com/Yulan

Commenti disabilitati su Laurea Triennale in Lettere – Materie letterarie e linguistiche a Pescara con il Percorso Eccellenza Studiare a Pescara

Leggi tutto

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali