informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Musica per concentrarsi nello studio e nel lavoro: le nostre playlist

Commenti disabilitati su Musica per concentrarsi nello studio e nel lavoro: le nostre playlist Studiare a Pescara

Qual è la migliore musica per concentrarsi quando si deve affrontare un pomeriggio di studio o di lavoro? Questa è una delle domande più frequenti tra studenti e lavoratori che desiderano migliorare la produttività sfruttando il potere della musica.

Per trovare la concentrazione nello studio, una playlist può sicuramente aiutare a raggiungere un certo livello di efficienza. Secondo molti studi, ascoltare le giuste canzoni o le giuste melodie può migliorare significativamente le prestazioni sul lavoro.

Curioso di saperne di più? Vediamo subito qual è la musica rilassante per studiare e concentrarsi consigliata dall’Università Niccolò Cusano.

Musica adatta per studiare: le nostre playlist

Pronto per scoprire le migliori playlist da ascoltare mentre studi o lavori? Siediti, mettiti comodo e continua nella lettura di questa guida.

LEGGI ANCHE – Film motivazionali: la nostra top ten

Perché il sottofondo musicale aiuta a concentrarsi

La musica è spesso associata al divertimento e al relax. Ne facciamo davvero molti usi: ascoltiamo canzoni in macchina, prima di un pomeriggio di studio per distrarci, dopo il lavoro per ritrovare la carica.

Siamo sempre stati abituati ad eliminare le distrazioni, per cercare di essere quanto più produttivi possibile e migliorare i risultati di ogni nostra performance. Secondo molti autorevoli studi, la musica non è affatto un distrattore, anzi: ascoltare certi tipi di musica in particolare può aiutarci a tornare subito più efficienti e concentrati.

Ad esempio, in una ricerca è stato dimostrato un sottofondo musicale risulta essere efficace nel sollevare l’efficienza in caso di lavoro ripetitivo. Rientra nei lavori ripetitivi il controllo della tua casella di posta: se devi compiere delle attività che non richiedono grandi ragionamenti, un sottofondo musicale ti aiuta a rendere il tutto più leggero.

Ci sono anche altri benefici legati all’ascolto di musica nello studio, ma anche in altre circostanze:

  • Aiuta a rilassarsi, sciogliendo le tensioni accumulate e riducendo lo stress;
  • Migliora la produttività;
  • Lenisce il dolore: secondo uno studio di Siedlecki del 2006, alcune tipologie di musica aiuterebbero a sopportare meglio il dolore e a diminuire la somministrazione di antidolorifici;
  • Rafforza la memoria, soprattutto quella associata a particolari suoni.

Vediamo ora qualche esempio di musica rilassante per studiare e lavorare che dovresti assolutamente prendere in considerazione.

LEGGI ANCHE – Come ripassare velocemente e memorizzare meglio

Tipi di musica

musica per studiare

I sottofondi musicali non sono tutti uguali. Ciascun tipo di musica per concentrarsi può influire in modo diverso e può portare benefici diversi. Vediamo insieme qualche esempio concreto:

  • Canzoni senza testo: secondo alcune ricerche, le canzoni prive di testo aiuterebbero a migliorare la concentrazione. Parrebbe, infatti, che le parole siano una fonte di distrazione che potrebbe distogliere l’attenzione dai compiti a cui si sta assolvendo. Vedremo poi delle playlist di musica classica utili per ottimizzare le tue performance;
  • Suoni della natura: il rumore dell’acqua scrosciante, il suono del vento…tutto questo è evocativo di qualcosa di naturale che tende a rilassarci. Secondo le ricerche, i suoni naturali hanno il potere di alleggerire il carico di stress e stimolare gli stati d’animo e la messa a fuoco;
  • Canzoni con ritmi particolari: si, oltre alla musica per rilassarsi ci sono altri fattori da prendere in considerazione nella gestione delle nostre emozioni e dei nostri stati d’animo. Secondo alcuni studi, le canzoni che presentano certi ritmi influiscono sulla nostra concentrazione e sulla soglia dello stress;
  • Canzoni preferite: anche ascoltare le tue canzoni preferite apporta benefici non indifferenti. In una ricerca pubblicata sul New York Times, i partecipanti che hanno ascoltato le loro canzoni preferite hanno completato i compiti a loro assegnati in modo più rapido e si sono rivolti agli altri con idee migliori e più propositive, perché la musica ne ha migliorato l’umore.

Passiamo ora alle playlist che abbiamo pensato per te, sia per potenziare la tua concentrazione nello studio, sia per ottimizzare le tue performance sul lavoro.

Playlist

Abbiamo detto esistono diversi tipi di musica per concentrarsi durante il lavoro o nello studio. Vediamo ora alcune playlist ah hoc che ti aiuteranno ad essere più produttivo.

Musica per studiare storia

L’area sinistra del cervello è abituata a elaborare informazioni effettive e a risolvere problemi, abilità necessarie in discipline come le lingue e gli studi umanistici, come la storia. Ascoltare musica con 50-80 battiti al minuto può calmare la mente, favorendo il pensiero logico e migliorando le capacità mnemoniche.

Una playlist d’esempio potrebbe essere:

  1. Mirrors – Justin Timberlake
  2. I forget where we were – Ben Howard
  3. All of me – John Legend
  4. Happy – Pharrell Williams
  5. Magic – Coldplay
  6. Halo – Beyonce
  7. Our first time – Bruno Mars

Sottofondo musicale per discipline scientifiche

Per studiare discipline scientifiche e, in particolare la matematica, la musica classica potrebbe essere la soluzione ideale. Secondo alcuni studi, la musica classica aumenta la concentrazione e le capacità logiche, favorendo il pensiero critico.

Ecco ben due playlist da 10 titoli da ascoltare:

  1. Clair de lune – Claude Debussy
  2. Sinfonia n. 9 – Beethoven
  3. Notturno Op. 9 No.2 – Chopin
  4. Nuvole bianche – Ludovico Einaudi
  5. Walzer dei fiori – Tchaikovsky
  6. Ouverture 1812 – Tchaikovsky
  7. Lo schiaccianoci – Tchaikovsky
  8. Sinfonia n. 3 – Beethoven
  9. Fidelio – Beethoven
  10. Petite suite – Claude Debussy

Vediamo anche la seconda playlist:

  1. Sonata per pianoforte n. 16 – W.A. Mozart
  2. Il ratto del serraglio – W.A. Mozart
  3. Magnificat – Johann Sebastian Bach
  4. L’arte della fuga – Johann Sebastian Bach
  5. Le quattro stagioni – Antonio Vivaldi
  6. Sinfonia n. 45 – Franz Joseph Haydn
  7. Sinfonia n. 104 – Franz Joseph Haydn
  8. Sinfonia n. 9 – Franz Schubert
  9. Winterreise – Franz Schubert
  10. Ninna nanna – Johannes Brahms

Canzoni per ritrovare la carica

Se ti senti un po’ sottotono e, più che di concentrarti, hai bisogno di qualcosa che ti dia la carica, abbiamo pensato anche a questo: vediamo due playlist di musica più “movimentata”, da ascoltare tutte le volte che ti serve una marcia in più.

  1. Roar – Katy Perry
  2. Just the way you are – Bruno Mars
  3. Let her go – Passenger
  4. Chandelier – Sia
  5. Shake it off – Taylor Swift
  6. Wake me up – Avicii
  7. Payphone – Maroon 5
  8. Despacito – Luis Fonsi feat Daddy Yankee
  9. Diamonds – Rihanna
  10. On the floor – Jennifer Lopez feat Pitbull

Passiamo ora alla seconda playlist:

  1. Back to black – Amy Winehouse
  2. Stolen dance – Milky Chance
  3. With you – Chris Brown
  4. Don’t stop the music – Rihanna
  5. Rude – Magic!
  6. Hey Ya – Outkast
  7. I’m yours – Jason Mraz
  8. No one – Alicia Keys
  9. Dancing Queen – Abba
  10. Try – Pink

Consigli per studiare bene con un sottofondo musicale

Chiudiamo questa guida dedicata alla musica per concentrarsi nel lavoro e nello studio con tre preziosi consigli da tenere in considerazione:

  • Sperimenta: prova a studiare con diversi sottofondi musicali e cerca di capire quale ha un impatto migliore sulle tue performance. Cerca di variare spesso, almeno per i primi tempi, e fai dei test per capire in che modo la tua concentrazione aumenta grazie alle canzoni;
  • Alterna: non focalizzarti su un solo genere, ma varia anche a seconda dei momenti della giornata e delle specifiche necessità legate ad un periodo;
  • Prenditi dei momenti di pausa: la musica non è il solo aiuto che puoi dare alla tua concentrazione. Prenderti dei momenti di riposo durante lo studio e il lavoro, anche di pochi minuti, può aiutarti moltissimo a ritrovare la concentrazione e ad essere più efficiente.

LEGGI ANCHE – Metodo pomodoro: come gestire le pause dallo studio

Sulla musica per concentrarsi ti abbiamo detto proprio tutto: non ti resta che lavorare alle tue playlist e dedicarti alla prossima sessione di studio o lavoro.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali