informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come ripassare velocemente e memorizzare meglio

Commenti disabilitati su Come ripassare velocemente e memorizzare meglio Studiare a Pescara

Sei alla ricerca di consigli su come ripassare velocemente?

In questa guida ti sveleremo le migliori tecniche per il ripasso pre esame e le strategie per rafforzare la memoria e la concentrazione.

Non riesco a studiare“: è questa la frase che pensi ogni giorno che ti cimenti nello studio. Ma se fosse solamente una questione di metodo? Lo studio universitario, come tutte le cose, richiede un metodo specifico per approcciarsi all’esame.

Dopo la fase di studio, la fase di ripasso è fondamentale per rivedere tutti i concetti e rinfrescarsi la memoria.

Se vuoi conoscere le migliori tecniche per ripassare leggendo, segui i consigli di questa guida: ecco come ripassare velocemente con le tecniche di memorizzazione gratis.

Regole e consigli per il ripasso facile

Dalle tecniche di memoria ai trucchi per lo studio, ecco come ripassare per esame università e ottenere ottimi risultati accademici.

Per iniziare: metodo di studio universitario

Prima di vedere come ripassare velocemente ed entrare nel vivo del nostro approfondimento, iniziamo trattando una tematica particolare che sta molto a cuore agli studenti: il metodo di studio universitario.

Capire che cos’è un metodo di studio e a cosa serve è fondamentale per approcciarsi al ripasso pre esame nel modo giusto.

Per metodo di studio universitario intendiamo quell’insieme di pratiche che ci portano a una corretta gestione dello studio, dall’ascolto attivo delle lezioni allo svolgimento della prova d’esame.

Contrariamente a ciò che si pensa, infatti, il metodo di studio non coinvolge solo la parte di studio vero e proprio: se non sai cosa fare prima di un esame universitario, il metodo è la guida giusta per organizzare il tuo lavoro efficacemente.

Riassumendo, il metodo di studio universitario prevede:

  • Ascolto attivo delle lezioni: segui le lezioni e ascolta attentamente le parole del Docente. Nel frattempo, impegnati a prendere appunti e a segnare su un foglio tutte le eventuali domande da rivolgere al professore;
  • Pianificazione del lavoro: per studiare efficacemente, la soluzione è fare una tabella di marcia per dividere il lavoro. Pianifica in anticipo il tuo studio definendo, giorno per giorno, gli argomenti da studiare;
  • Ripasso attivo prima dell’esame: se non sai come ripassare velocemente, il metodo di studio è fondamentale per apprendere meglio. Se ti stai chiedendo quante volte ripetere per ricordare, continua a leggere il nostro articolo e nei prossimi paragrafi avrai la risposta;
  • Gestione dell’esame: durante l’esame, mantenere la calma e mostrarsi sicuri rappresentano le chiavi per il successo. Non farti sopraffare dall’ansia e cerca di capire come funziona l’esame che devi affrontare per superarlo al meglio.

A cosa serve ripassare

Il giorno prima dell’esame non ricordo nulla“: quante volte ti sei ripetuto questa frase?

Ripassare è un’attività importantissima per il tuo studio: una volta stilata la tua tabella di marcia, inizia a studiare e, giorno dopo giorno, definisci un paio d’ore deputate al ripasso per fissare i concetti.

Ripassare, infatti, ti è utile per:

  • Rafforzare ciò che hai studiato;
  • Comprendere se hai, effettivamente, padronanza dell’argomento;
  • Fissare nella mente concetti e creare collegamenti efficaci.

Se ti stai chiedendo come ripassare velocemente e quali tecniche di memoria utilizzare, ti accontentiamo subito: nel prossimo paragrafo troverai tutto ciò di cui hai bisogno per avere successo all’università.

Tecniche di memorizzazione e ripasso

tecniche di memorizzazione

La prima cosa che devi sapere sul ripasso pre esame è che non esistono formule magiche o tecniche standard: esistono, però, accorgimenti più o meno adatti a te e al tuo modo di apprendere.

Soprattutto nella prima fase, dovrai sperimentare e capire quali sono le tecniche di memorizzazione e ripasso più adatte per il tuo apprendimento.

Continuiamo dicendo che non c’è ripasso che tenga se non hai davvero studiato gli argomenti d’esame. Il ripasso non è uno studio ex novo, ma una rilettura e un rafforzamento di concetti che hai già appreso.

Vediamo ora qual è il giusto approccio per ripassare velocemente e bene:

  • Per aiutarti nella fase di ripasso, prendi un quaderno per gli appunti e segnati concetti e parole chiave. Potrai utilizzare questi schemi il giorno prima dell’esame per un ripasso flash. L’ideale sarebbe costruire delle mappe concettuali e degli appunti ragionati, così da avere tutto sotto controllo;
  • Ripeti sempre gli argomenti studiati in precedenza prima di andare avanti nello studio;
  • Nel caso di una prova scritta, affianca la teoria alla pratica ed esercitati costantemente. L’esercizio e l’azione ti aiuteranno a fissare i concetti di cui hai bisogno;
  • Inizia sempre a studiare e a ripassare dai concetti che ti sono meno familiari. In questo modo eviterai l’effetto procrastinazione e concentrerai i giorni di studio in cui sei più fresco su argomenti più complessi;
  • Gli ultimi giorni prima dell’esame, dedicati al solo ripasso: tira fuori tutti gli schemi, gli appunti e le mappe concettuali e dedicati all’attività di revisione e perfezionamento dei concetti.

Vediamo ora come ripassare velocemente affrontando ogni passaggio nel modo giusto.

Raccogli il materiale

La prima cosa da fare quando si parla di ripasso e tecniche di memorizzazione è raccogliere tutto il materiale. Una volta terminate le lezioni, studia combinando:

  • Schemi;
  • Mappe concettuali;
  • Libri di testo;
  • Schede e appunti.

Ripeti ad un amico

Per testare le tue conoscenze effettive e la tua capacità di esposizione, ripeti ad alta voce ciò che hai studiato, magari confrontandoti con un amico.

Le tecniche che puoi utilizzare in questa fase sono diverse:

  • Spiega l’argomento a qualcuno che non lo conosce per vedere se sei in grado di farglielo comprendere;
  • Ripeti tutto a voce alta;
  • Utilizza l’indice del libro per ripetere sommariamente tutti gli argomenti;
  • Rispondi alle domande che spesso sono contenute nei libri di testo alla fine di ogni argomento.

Individua le tue lacune

Quando ripassi, ti misurerai sicuramente con le tue lacune e ti renderai conto che ci sono degli argomenti che hai studiato in modo superficiale.

In questo caso, non farti prendere dal panico: hai ancora tempo per recuperare e studiare un argomento in maniera più approfondita. Una volta terminato il ripasso, torna sugli argomenti che conosci meno e affrontali.

Gestisci l’ansia

Spesso, prima di un esame, l’ansia prende il sopravvento, così come i pensieri negativi. Il presagio di fallimento e la paura di non aver studiato abbastanza attanaglia tantissimi studenti, che spesso si lasciano suggestionare non dando il meglio di sé.

Come fare per rimediare a questo? Devi imparare a gestire l’ansia e lo stress. Per scaricare la tensione, pratica un’attività sportiva e pensa positivo. Evita di confrontarti la mattina dell’esame con l’amico ansioso che ti dice di non essere abbastanza preparato. Devi essere sicuro di te se vuoi convincere il professore di essere preparato.

Prenditi le giuste pause

Studiare molto in vista di una sessione d’esame può essere particolarmente stressante. Per questa ragione, è fondamentale prendersi le giuste pause e dedicarsi ad attività diverse dal ripasso. Ad esempio, potresti:

  • Uscire con gli amici un pomeriggio (senza parlare dell’esame);
  • Fare sport o passeggiare all’aria aperta;
  • Ascoltare musica rilassante, come quella classica;
  • Dedicarti ai tuoi hobby e alle tue passioni.

Leggi anche – Metodo pomodoro: come gestire le pause dallo studio

In questo modo, il ripasso di matematica, fisica o qualsiasi altra materia sarà più piacevole e scorrevole.

Hai le idee più chiare su come ripassare velocemente?

Siamo certi che, con i consigli dell’Università Niccolò Cusano, riuscirai ad affrontare con grinta tutti gli esami del tuo percorso accademico.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali