informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come studiare velocemente all’università: 5 tecniche da provare

Commenti disabilitati su Come studiare velocemente all’università: 5 tecniche da provare Studiare a Pescara

Sapere come studiare velocemente all’Università è il sogno di molti studenti: conoscere e padroneggiare le tecniche di studio è fondamentale per ottenere migliori performance e superare con successo gli esami.

Ogni studente dovrebbe partire da un metodo di studio efficace: per metodo di studio intendiamo quell’insieme di processi e attività che migliorano il tuo studio, dalla raccolta di appunti allo svolgimento della vera e propria prova di esame. Lavorare su questo metodo significa riuscire a ottimizzare il lavoro e a ottenere il massimo in poco tempo.

Ma quali sono i punti fondamentali da cui partire per integrare nel tuo metodo di studio pratiche davvero vincenti? In questa guida dell’Università Niccolò Cusano ti diremo le 5 tecniche da provare assolutamente per studiare velocemente e rivoluzionare il tuo approccio ai libri. Se sei pronto, iniziamo subito.

5 tecniche per studiare meglio e più velocemente

Lo studio fa parte della tua vita quotidiana: farlo al meglio ti permette di acquisire tutte le competenze di cui hai bisogno per una carriera accademica splendente. Sappiamo bene che studiare richiede pazienza, pratica, prove ed errori. Ecco 5 consigli da tenere a mente per velocizzare il tuo studio e integrare il tuo metodo per ottenere risultati migliori.

LEGGI ANCHEMetodo pomodoro: come gestire le pause dallo studio

1 – Abbatti la “curva dell’oblio”

Il concetto di “curva dell’oblio” è noto agli studiosi già dal 1885; tuttavia, questo concetto rimane attualissimo e ancora in voga per capire come valorizzare l’approccio allo studio moderno. L’essenza della “curva dell’oblio” è questa: la prima volta che ascolti una lezione o studi qualcosa di nuovo, immagazzini fino all’80% di quello che hai appena imparato se rivedi il materiale entro 24 ore.

Si tratta di un effetto cumulativo: ciò significa che, dopo una settimana, puoi conservare il 100% delle stesse informazioni dopo soli cinque minuti di revisione. Come si traduce tutto questo? Ogni volta che segui una lezione e ti approcci ad un argomento, non aspettare di completare l’intero ciclo di lezioni sul tema, ma sfrutta la curva dell’oblio e rivedi le informazioni il giorno dopo.

2 – Fai i test di auto-valutazione

Uno degli elementi che contribuiscono alla memorizzazione veloce nello studio sono è il test di auto-valutazione. Approfitta di professori che rendono disponibili test di auto-valutazione e ex prove di esame per esercitarti. Puoi avere un’idea dello stile di prova del professore e acquisire familiarità con il modo in cui le informazioni potrebbero essere presentate durante il vero esame.

Uno studio del 2011 ha dimostrato che gli studenti che si sono sottoposti a una prova pratica dopo aver appreso il materiale hanno conservato il 50% in più delle informazioni una settimana dopo rispetto ai colleghi che non avevano fatto un test di pratica. Perciò, mettiti alla prova e testa sempre ciò che hai appreso, anche se ti sembra di averlo appreso bene: integra questa procedura nel tuo metodo di studio universitario e i miglioramenti non tarderanno ad arrivare.

Una nota super positiva? La modalità di apprendimento telematica del nostro Ateneo prevede dei test di auto-valutazione al termine di ogni modulo, per facilitare studio e comprensione degli argomenti.

3 – Sperimenta il metodo Fenyman

Tra le tecniche per studiare velocemente all’Università, potresti sperimentare il metodo Fenyman. Si tratta di un approccio introdotto dal fisico Robert Fenyman, che ha creato questo metodo di apprendimento basato sull’organizzazione. Il primo passo da fare è scrivere sul frontespizio di un quaderno vuoto “Quaderno di cose che non conosco”.

Da qui, Fenyman ha sviluppato una tecnica di decostruzione e ricostruzione delle idee, nel tentativo di comprendere anche i concetti più complicati. Per utilizzare questo metodo e imparare a studiare in modo efficace, dovrai capire innanzitutto cosa intendi imparare. Una volta capito, prendi il quaderno e prova a spiegarlo come lo si spiegherebbe ad un bambino.

Il metodo Fenyman è l’ideale per utilizzare le analogie per illustrare ogni concetto e per semplificare anche ciò che ci sembra molto complesso.

4 – Crea collegamenti

Secondo gli esperti, la differenza tra uno studente lento e uno veloce sta proprio nel modo in cui studiano e in cui approcciano ai libri. Per esempio, invece di memorizzare, gli “studenti rapidi” creano collegamenti tra le idee. Conosciuto come apprendimento contestuale, questo processo richiede agli studenti di personalizzare i propri metodi di apprendimento, creando connessioni in grado di legare ogni aspetto di una particolare disciplina.

Alcuni studenti ritengono che registrare visivamente tutte le informazioni in un posto (come su un foglio di carta o una lavagna) possa aiutare a focalizzare un’immagine più completa e facilitare le loro connessioni all’interno del processo di apprendimento.

5 – Concentrati, davvero

L’ultimo consiglio per studiare velocemente potrà sembrarti banale, ma è forse il più importante: concentrati davvero su quello che stai facendo ed evita ogni forma di distrazione. Siamo costantemente bombardati da stimoli, notifiche, telefonate: cerca di concentrarti solo sui libri e abbatti tutto ciò che ti distrae. In questo modo velocizzerai l’apprendimento e riuscirai a preparare un esame velocemente.

LEGGI ANCHEMusica per concentrarsi nello studio e nel lavoro: le nostre playlist

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali