informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Longitudine e latitudine: cosa sono, come si determinano e a cosa servono

Commenti disabilitati su Longitudine e latitudine: cosa sono, come si determinano e a cosa servono Studiare a Pescara

I concetti di longitudine e latitudine fanno riferimento al mondo delle coordinate geografiche,  ossia quegli strumenti che servono per identificare un punto nello spazio o, nello specifico, sulla superficie terrestre.

Ma che cosa designano, nello specifico, questi concetti e quali sono le risorse che i cartografi utilizzano per definire, ad esempio, l’esatta posizione di Roma, di Mosca o di Pechino su una mappa geografica? In questa guida parleremo di latitudine e longitudine, delle coordinate geografiche e di tutto quello che devi sapere su questo argomento.

Se sei pronto, iniziamo subito.

Cosa sono la latitudine e la longitudine

Ogni punto della superficie terrestre è individuato da due numeri: la sua latitudine e la sua longitudine. Se un pilota o il capitano di una nave deve segnalare la sua posizione su una mappa, sono queste le “coordinate” che dovrà usare.

Vediamo ora una serie di informazioni utili su longitudine e latitudine.

LEGGI ANCHE – Come si scrive una relazione tecnica: metodi e consigli utili

Per iniziare: cosa sono le coordinate geografiche?

Abbiamo detto che la latitudine e la longitudine sono due dei valori utili per individuare la posizione di un punto sulla superficie terrestre; ebbene, insieme all’altitudine, queste costituiscono, in geodesia, i fattori delle coordinate geografiche.

Ricordiamoci sempre che che la Terra, non essendo piatta, ha bisogno di calcoli basati su quelle che definiamo grandezze angolari,  ossia distanze formate dall’angolo creato dai sue sensi provenienti dall’osservatore verso un punto dello spazio.

Latitudine

La latitudine indica la distanza angolare di un punto dall’Equatore (che ha latitudine 0°). Essendo una grandezza angolare, la latitudine viene espressa in gradi o frazione di gradi: essa può assumere valori nell’intervallo da 0 a 90° N e da 0 a 90° S.

I punti la cui latitudine è un angolo retto sono detti poli. Il polo dal quale la rotazione del pianeta è vista come antioraria è quello nord, l’altro è quello sud. La latitudine nell’emisfero centrato sul polo nord si indica come latitudine nord ed ha un valore di +90 0°; l’altra come latitudine sud,  con un valore di -90 0°.

I punti che hanno la stessa latitudine si trovano sullo stesso parallelo. Se prendiamo ad oggetto la distanza tra ciascun Polo e l’Equatore, che ammonta a 10.002 km, la distanza tra un grado e il successivo di latitudine corrisponde a circa 111 km.

A causa dello schiacciamento dei poli terrestri i meridiani non sono dei cerchi perfetti, bensì delle ellissi. Questo implica che i gradi di latitudine non hanno lunghezze uguali.

Per conoscere la latitudine del posto in cui si è, si prende come riferimento l’altezza della Stella Polare rispetto al punto di osservazione: essa coincide sempre con la latitudine nell’emisfero Nord della Terra. Nell’emisfero Sud si deve prendere come riferimento l’altezza del polo sud celeste, trovato tramite la Croce del Sud, sull’Orizzonte.

Longitudine

Per longitudine intendiamo la coordinata che indica l’arco di equatore compreso fra il meridiano fondamentale Meridiano di Greenwich e il meridiano dell’osservatore.

Questa grandezza angolare viene misurata in sessagesimali su un piano perpendicolare all’asse terrestre e solitamente può assumere valori nell’intervallo da 0 a 180° E e da 0 a 180° W.

Una linea di longitudine costante è anche chiamata meridiano, dalle parole latine meri, una variazione di “medius” che significa “mezzo”, e diem, che significa “giorno”, cioè mezzogiorno. Proprio per questo, a mezzogiorno, diciamo che il Sole “passa al meridiano”. Come usano gli anglosassoni, le ore prima di mezzogiorno sono dette antimeridiane, e quelle dopo mezzogiorno sono dette pomeridiane, con le rispettive abbreviazioni a.m. e p.m.

Per questioni di natura storica, il punto di longitudine zero è rappresentato dal meridiano che passa per l’Osservatorio Astronomico Reale di Greenwich, in Inghilterra.

Posizionato poco ad est di Londra, l’Osservatorio è tuttora un museo aperto al pubblico, e una striscia di ottone, che corre lungo il cortile, indica il “Primo Meridiano”.

Per gli antichi, il meridiano più importante era quello passante dall’isola di Ferro nelle Canarie (situato a 20° a ovest di Parigi). In Italia si è spesso usato, anche in tempi recenti, il meridiano di Monte Mario (Roma), situato a 12° 27′ 10″,93 E in E.D. 1950” da Greenwich; sovente si possono trovare indicazioni leggermente diverse a seconda dell’ellissoide usato, per esempio viene riferita a 12° 27′ 08″,40 secondo il sistema italiano chiamato Roma 40.

Dal meridiano fondamentale deriva anche l’UTC, o tempo coordinato universale.

Parlando del calcolo della latitudine e longitudine e, specificatamente, di quest’ultima bastano un orologio (o meglio un cronometro) e una meridiana. L’orologio deve segnare l’ora di Greenwich. Semplificando: leggendo l’ora locale dalla meridiana e calcolando la differenza con quella dell’orologio si trova la longitudine (15° per ogni ora).

Tempo locale e tempo universale

Ora che abbiamo parlato di longitudine e latitudine, citiamo anche due concetti importanti fortemente connessi ad essi:  si tratta del Tempo Locale (TL) e il Tempo Universale (TU).

Per Tempo Locale intendiamo una misura della posizione del Sole in relazione a una data località. Alle ore 12 (mezzogiorno) del tempo locale, il Sole passa per il sud e si trova alla sua massima distanza dall’orizzonte (nell’emisfero boreale). Attorno alle 6 antimeridiane sorge, e attorno alle 6 pomeridiane tramonta. Utilizziamo il tempo locale per regolare la nostra quotidianità, dai ritmi di lavoro al momento dei pasti e le ore di sonno.

Ammettiamo però di voler sapere quando si è verificato un particolare evento astronomico. Per far ciò abbiamo bisogno di un unico orologio, su cui ognuno, in tutto il mondo, sia d’accordo, e non legato quindi a una certa località. Si tratta del Tempo Universale (TU), che può essere definito (con qualche leggera imprecisione) come il tempo locale di Greenwich, in Inghilterra, dove si trova il meridiano zero.

Studiare la Terra e la geografia: Master Unicusano

Conoscere la geografia è particolarmente importante per alcune professioni: specializzarsi è fondamentale per rafforzare le proprie competenze e le abilità specifiche sul campo.

I Master e i corsi di perfezionamento dell’Università Niccolò Cusano sono la soluzione ideale per approfondire le tue conoscenze e intraprendere un percorso di formazione utile per rilanciarti sul mercato del lavoro.

Ad esempio, uno dei Master Unicusano che trattano la geografia è proprio il Master I Livello in Strumenti didattici per l’insegnamento della geografia. Per accedere al Master è necessario avere almeno una laurea di primo livello.

Il Master ha la finalità di trasmettere, in particolare agli insegnanti di materie geografiche, le capacità necessarie per una didattica attenta alle problematiche dei nostri tempi e supportata da strumenti e metodi adeguati e innovativi.

In particolare, il Master intende fornire gli strumenti teorici e le conoscenze pratiche necessarie per agevolare l’insegnante nella predisposizione dei corsi fornendo le basi metodologiche e conoscitive di una vasta gamma di argomenti che vanno dalla cartografia, alla geografia economica, alla geografia del turismo, alla geografia urbana, alla geografia culturale, alla geopolitica senza trascurare la cartografia, i rapporti tra uomo e ambiente e l’analisi della popolazione con particolare riguardo ai flussi migratori.

La didattica del Master, della durata di 1500 ore, viene erogata online, grazie ad una piattaforma di e-learning attiva 24 ore su 24. Il materiale didattico prevede:

  • Lezioni video e materiali per la formazione a distanza (FAD) appositamente predisposto;
  • Eventuali test di verifica di autoapprendimento.

Gli studenti che risulteranno regolarmente iscritti al Master dovranno presentare una tesina finale che accerti il conseguimento degli obiettivi proposti presso la sede dell’Università sita in Roma – Via Don Carlo Gnocchi 3.

Per iscriverti al nostro Master o agli altri percorsi di formazione Unicusano, contattaci o chiama il numero verde 800.98.73.73

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali