informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come superare una delusione: i consigli da applicare ora

Commenti disabilitati su Come superare una delusione: i consigli da applicare ora Studiare a Pescara

Come superare una delusione? Nella vita può capitare in qualunque momento (e in qualunque contesto) di vivere un momento di delusione.

Possiamo definire la delusione come quella sensazione di tristezza o dispiacere causata dal mancato adempimento delle proprie speranze o aspettative. Questo può accadere, ad esempio, quando non riusciamo a trovare il lavoro dei nostri sogni o l’anima gemella oppure quando finisce una relazione. Potrebbe succedere anche nella tua carriera universitaria: immagina, ad esempio, la delusione che potresti vivere non superando un esame importante.

Insomma, ci sono diversi casi in cui la vita potrebbe metterti davanti ad una sfida e farti affrontare la delusione. Come si fa a superare una delusione, esattamente? In questa guida troverai una serie di consigli utili per lasciarti il dispiacere alle spalle e lottare per i tuoi obiettivi.

Come riprendersi da una delusione

Ti senti deluso ma non sai da dove cominciare per lasciarti alle spalle questo sentimento? Continua a leggere questa guida: troverai una serie di consigli utili nei prossimi paragrafi.

LEGGI ANCHE >> Come combattere lo stress da studio: 6 consigli da seguire

Ascolta la tua delusione

La prima cosa da dire quando si parla di come superare una delusione riguarda l’ascolto di te stesso e delle cose che ti hanno deluso.

Una delle cose più difficili da fare oggi è lasciar scorrere un sentimento, capire in che modo si sviluppa e dare ascolto a ciò che proviamo.

Gli esseri umani non sono molto bravi a permettere alle emozioni di fluire per intero senza cercare di accelerare il processo. L’unica volta che abbiamo questa capacità nel suo senso più puro è quando siamo bambini, momento in cui non conosciamo ancora tutto ciò che è socialmente accettabile.

Il consiglio è quello di accettare questo tuo sentimento di delusione, senza cadere nella smania di superarlo il più velocemente possibile. Ascolta te stesso, cerca una connessione, comprendi le ragioni della tua delusione. Sperimentare le emozioni e lasciarle correre è il modo migliore per aumentare la consapevolezza e superarle.

Arricchisciti di esperienze positive

Abbiamo detto che far fluire le tue emozioni è il primo passo da fare per superare una delusione. Beh, vivere un’emozione non significa rimanere chiuso in casa a rimuginare.

Cerca attività positive per ricaricarti . Quali attività ti piacciono di più e hanno il potere di farti stare bene? Identificale e immergiti in queste esperienze positive.

Ad esempio, potresti fare una passeggiata all’aria aperta, vedere un amico, leggere un libro. Fai qualunque cosa ti faccia sentire meglio. Ti aiuterà sicuramente a vedere le cose da un’altra prospettiva.

Riparti dai tuoi obiettivi

Quando viviamo una delusione, tendiamo a mettere da parte gli obiettivi che ci siamo posti e pensare che siano troppo ambiziosi per noi. In realtà, ciò che non ci soddisfa non è l’obiettivo, ma il risultato.

Proprio in virtù di questo, non dimenticare cosa ti ha spinto a fissare un determinato obiettivo: quale motivazione agita le tue azioni?

Il tuo obiettivo è il riflesso di un desiderio di fondo. È semplicemente uno dei tanti modi per soddisfare il tuo desiderio. Ad esempio, poniamo il caso che tu non abbia superato l’esame che, da settimane, preparavi con estrema cura.

Mentre ti senti deluso, fermati e rispondi a questa domanda: qual è il tuo desiderio di fondo? Il desiderio che hai non si limita a superare con successo un esame, ma riguarda, ad esempio, conseguire la laurea che ti permette di esercitare una determinata professione. Ecco, concentrati sul professionista che vorresti diventare: ristabilisci i tuoi obiettivi e ricorda sempre che gli ostacoli sono fatti per essere superati.

Progetta la tua prossima azione

Spesso le delusioni hanno il potere di inibire l’azione. Quando ti senti deluso, hai paura di vivere di nuovo questo sentimento e, quindi, tendi a fermarti.

Ma vale davvero la pena mettere in dubbio te stesso per una deviazione di percorso?

Puoi rinunciare, puoi continuare sulla tua traiettoria attuale, oppure puoi adattarti e provare in un modo diverso. Poniamo il caso che tu sia deluso perché hai inviato il tuo CV a diverse aziende, senza ottenere nessuna risposta. Se continui a inviare curriculum senza risposta, potresti iniziare modificando la tua strategia: cambia il tuo CV, proponiti in maniera diversa, sperimenta un approccio nuovo.

L’importante è che tu sia in grado di pianificare sempre la prossima mossa: non lasciarti inibire, ma continua a portare avanti con determinazione quelli che sono i tuoi obiettivi da raggiungere.

Trasforma la delusione in un’opportunità

Un altro consiglio per superare una delusione riguarda il tuo modo di viverla. Nonostante ti sembri difficile da credere, spesso la delusione rappresenta un’opportunità di crescita. Molte persone sono deluse da qualcosa perché la vedono come una battuta d’arresto. Sentono di aver fatto un passo indietro rispetto agli obiettivi da raggiungere.

Beh, torniamo all’esempio dell’esame che non hai superato. Avevi la convinzione che il tuo studio avrebbero portato a risultati migliori ma, invece di raggiungere quel risultato, non sei riuscito a soddisfare le tue aspettative.

In realtà, potresti anche renderti conto che è necessario cambiare il tuo approccio per ottenere i risultati che desideri. La tua delusione potrebbe avvicinarti ai tuoi obiettivi, non viceversa.

Imparando ad approcciare nel modo giusto alle delusioni, cogliendole come opportunità, raggiungerai un nuovo stato di consapevolezza, coscienza e crescita.

Cambia prospettiva

Se ti senti deluso, il modo migliore per capirne le ragioni è cambiare il tuo punto di vista. Adotta la prospettiva di un osservatore piuttosto che un partecipante e vedi se, da questa prospettiva, c’è un modo per trasformare la delusione in opportunità. Staccare in questo modo ti permette di vedere con maggiore chiarezza.

Facciamo un esempio concreto: cerca di estraniarti dal momento di delusione e osserva le cose con freddezza. Ci sono davvero delle cose che devi rimproverarti? Se sì, in che modo puoi recuperare e superare questo momento di debolezza?

Il discorso sulla prospettiva vale soprattutto se la tua delusione deriva da un’incomprensione con un’altra persona. Poniamo il caso, ad esempio, che tu ti senta deluso dal comportamento di un amico. Forse la persona da cui ti senti deluso non si rende nemmeno conto di aver fatto qualcosa per turbarti. In virtù di questo, avere una prospettiva più ampia su una particolare situazione è sempre utile.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali