informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come scrivere una tesi di laurea

Commenti disabilitati su Come scrivere una tesi di laurea Studiare a Pescara

Sei alla ricerca di consigli su come scrivere una tesi di laurea?

La tesi di laurea è il coronamento del tuo percorso di studi universitario. Se saprai sfruttare l’argomento giusto, la tua tesi potrà tornarti molto utile per aprirti le porte del mondo del lavoro.

Il processo di elaborazione, stesura e discussione della tesi è lungo e impegnativo. Dovrai dedicare molto tempo sia ad uno studio preliminare del tema da trattare, sia alla scelta dei contenuti, così che tu possa svolgere un lavoro soddisfacente e all’altezza delle tue aspettative.

In questa guida ti forniremo una serie di consigli utili per strutturare una tesi di laurea triennale o magistrale dalla A alla Z.

Ecco tutto quello che devi sapere su come scrivere una tesi di laurea

I nostri consigli e le indicazioni per redigere una tesi di laurea perfetta, dalla scelta degli argomenti alla struttura del testo.

Che cos’è e come si fa una tesi di laurea

Prima di capire di più su come scrivere una tesi di laurea, definiamo con esattezza in cosa consiste. Una tesi di laurea è un elaborato originale scritto dallo studente su una specifica tematica. Lo studente verrà affiancato dal docente titolare della cattedra a cui è stata richiesta la tesi e dai suoi collaboratori.

Di solito il processo di stesura della tesi segue un iter di questo tipo:

  1. Scelta dell’argomento da trattare;
  2. Scelta degli obiettivi e della tipologia di tesi;
  3. Definizione del metodo di ricerca;
  4. Individuazione delle fonti sitografiche e bibliografiche;
  5. Definizione dei risultati che si vogliono ottenere.

Scelta dell’argomento della tesi

Se ti stai chiedendo come scrivere una tesi di laurea, uno dei tuoi primi pensieri sarà sicuramente stato rivolto alla scelta della cattedra e dell’argomento principale.

La tesi ti mette per la prima volta davanti a delle scelte importanti, che potrebbero influire sulla tua vita professionale. La scelta del docente, del tema da affrontare e dello stile della tua tesi richiede la maggior parte dell’impegno e della dedizione.

Il nostro primo consiglio è quello di scegliere l’argomento della tua tesi sulla base delle materie e delle tematiche che ti hanno più stimolato nel corso della tua carriera universitaria e che, magari, sono vicine alla sfera professionale a cui vorresti dedicarti.

Non scegliere il tema della tua tesi con superficialità: ricorda che dovrai dedicare a questo lavoro diversi mesi di studio, ed è importante che tu sia pronto e motivato a raggiungere ottimi risultati.

Per iniziare a formulare un’idea di tesi, è necessario dare un primo sguardo alla bibliografia, individuando i lavori di maggior rilievo già svolti in quello specifico campo di studio. In questo modo avrai già una panoramica dei testi da consultare e degli strumenti utili per partire nel modo giusto.

La scelta degli obiettivi: tesi compilativa o sperimentale?

Una volta stabilito l’argomento della tua tesi, dovrai definire gli obiettivi che intendi raggiungere con la stesura della stessa. Sulla base di questo principio, possiamo distinguere due tipologie di tesi:

  • Se il tuo obiettivo è approfondire un aspetto meno conosciuto di un determinato argomento, puoi optare per una tesi compilativa. La tesi compilativa prevede la stesura di una panoramica storico-critica legata ad un argomento, una corrente di pensiero, un periodo storico o un evento. In questo caso, la base di partenza del lavoro è costituita da opere già scritte da altri autori. Questa tipologia di tesi è più diffusa nelle facoltà umanistiche;
  • Se il tuo obiettivo è dimostrare o contestare una tesi scientifica, puoi scegliere un lavoro di tipo sperimentale. In questo caso, sulla base di studi e letteratura esistenti, effettuerai delle ricerche che confermeranno o smentiranno la tua tematica d’interesse, in modo del tutto autonomo. Viene adottata maggiormente nelle facoltà tecnico-scientifiche.

Come strutturare una tesi

Se vuoi sapere come scrivere una tesi di laurea, sicuramente ti starai chiedendo anche come comporre la struttura di base del tuo lavoro.

Quando avrai definito gli obiettivi della tua tesi e avrai determinato la sua natura (compilativa o sperimentale), puoi dare alla tua tesi una struttura di massima composta da:

  • Indice della tesi: è la prima cosa che dovrai scrivere, perché rappresenta una prima ipotesi di lavoro. Ovviamente potrai modificarlo in corso d’opera, ma è fondamentale avere un primo canovaccio degli argomenti da trattare;
  • Introduzione della tesi: deve contenere tutti gli elementi fondamentali del tuo lavoro, in modo che possa essere compreso anche da chi non leggerà integralmente la tesi;
  • Corpo dell’elaborato, strutturato in capitoli, paragrafi e sottoparagrafi;
  • Conclusioni e/o risultati pervenuti da una specifica ricerca;
  • Note;
  • Bibliografia, allegati e sitografia della tesi.

Come costruire una tesi

Metodo e strumenti di ricerca di una tesi di laurea

Gli strumenti che puoi utilizzare per scrivere una tesi di laurea sono moltissimi. Internet è indispensabile sia per fare ricerche, sia per risparmiare un grosso lavoro di ricerca all’interno dei database cartacei delle biblioteche, in quanto la maggior parte di esse hanno un catalogo consultabile online.

Testi multimediali e cartacei, riviste e articoli di settore sono importanti per cercare nuovi spunti da approfondire. Nel caso ti stia cimentando in una tesi sperimentale, dovrai esaminare anche esperimenti e ricerche sul campo effettuate in precedenza.

Il metodo di ricerca dipende molto dagli strumenti che utilizzerai. Sicuramente, a seconda della natura della tua tesi, dovrai avere a che fare con interviste, questionari di raccolta dati e/o esperimenti scientifici.

Analisi e schedatura delle fonti

A questo punto, man mano che analizzerai le fonti, dovrai raccoglierle in un file e schedarle, tenendo conto di autore, titolo dell’opera, luogo e anno di pubblicazione, casa editrice ed edizione. Nel caso delle riviste, dovrai tener conto del numero, della natura della rivista (settimanale, mensile, annuale), della pagina e dell’articolo di riferimento.

Questo lavoro è fondamentale per costruire una bibliografia perfetta e ordinata. Anche nel caso di fonti sitografiche, ricorda di annotare il link corretto al sito o all’articolo che hai consultato, l’autore e la data di pubblicazione.

Un consiglio: lavorare con molto materiale può alimentare in te la curiosità e il desiderio di conoscenza. Fai attenzione a non ampliare troppo il campo di ricerca e a non uscire fuori dal tema fondamentale della tua tesi.

 10 consigli per una tesi perfetta

Per scrivere una tesi efficace, ti consigliamo di tener conto di queste 10 indicazioni:

  • Utilizza frasi brevi e chiare, con poche subordinate;
  • Utilizza il condizionale quando non sei certo di ciò che sostieni;
  • Suddividi il corpo del testo in capitoli, paragrafi e sottoparagrafi per facilitare la lettura;
  • Scrivi le parole straniere utilizzando il corsivo o le virgolette, nel caso in cui queste non esistano sul vocabolario italiano;
  • Non abusare di avverbi e aggettivi;
  • Non usare i superlativi;
  • Usa un font leggibile: un classico Times New Roman o un Arial andranno benissimo;
  • Non cadere in banali errori grammaticali. Rivedi sempre il testo più volte prima di passare alla parte successiva;
  • Utilizza le note a piè di pagina per approfondire o specificare particolari concetti;
  • Per cercare facilmente le fonti da impiegare nella tua tesi, puoi utilizzare risorse digitali come Opac SBN (il catalogo online dei testi delle biblioteche statali), Jstor (database di articoli scientifici pubblicati su riviste accademiche di tutto il mondo) e Google Scholar, per trovare gli studi più importanti su scala internazionale.

Corsi di laurea dell’Università Niccolò Cusano

Hai le idee più chiare su come scrivere una tesi di laurea? Siamo sicuri che, con i nostri consigli, potrai affrontare il traguardo della tesi con più consapevolezza e serenità.

Se vuoi scoprire qualcosa in più sui corsi di laurea dell’Università Niccolò Cusano, sui master e la formazione post laurea a Pescara puoi chiamarci al numero verde 800.98.73.73.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali