informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Consigli pratici su come fare per lavorare nel mondo dell’arte.

Commenti disabilitati su Consigli pratici su come fare per lavorare nel mondo dell’arte. Studiare a Pescara

Lavorare nell’arte non è più un’aspirazione naive o bohémienne. Non si tratta più di un tipo di professione riservato alle élite e alla quale solo i discendenti di famiglie più abbienti possono aspirare.

Se un tempo infatti con l’arte non si mangiava, ad oggi si tratta di un settore in crescita sempre più grande. Grazie all’avvento di internet e dei dispositivi mobili, infatti, anche l’arte ha visto un ampliamento del suo ambito e del suo bacino d’utenza, con sempre più persone interessate alla fruizione di mostre ed eventi artistici, oltre che alla conoscenza di artisti contemporanei e di vario genere.

Il numero di professioni a cui si può accedere anche sono cresciute e si sono diversificate, come anche la competitività all’interno dei vari ambiti. Le certificazioni richieste sono sempre più specifiche e qualificanti, rendendo però anche il mercato del lavoro artistico più simile agli altri mercati del lavoro e aprendo molte e nuove possibilità a come lavorare nell’arte.

Ecco quindi un breve vademecum delle varie opzioni a cui ci si può appellare per chi vuole intraprendere questa carriera.

  • Un corso di studi specializzante e job oriented – Innanzi tutto, come abbiamo accennato poco fa, per lavorare nell’arte bisogna avere le giuste carte, o meglio, le giuste certificazioni. Alcuni esempi? Un master online in Arts Communication può rivelarsi un ottimo percorso formativo per chi vuole lavorare in questo settore sotto diversi punti di vista, dal Comunicatore d’Arte al Curatore. Ci sono poi percorsi formativi che invece riguardano le Fine Arts e la professione dell’artista, come anche corsi più improntati sull’aspetto economico e legale dell’arte, che si occupano di diritto d’autore, oppure di commercio d’arte.
    Di certo è consigliabile seguire un percorso formativo che presenti un approccio job oriented e che garantisca opportunità di placement finale degli studenti grazie ad esperienze lavorative e tirocini proposti dall’università stessa. Si tratta infatti di un ottimo modo per introdursi all’interno di un settore e gettare le basi di una carriera che segua le proprie ambizioni.

  • Do your research! – Come direbbero gli inglesi. Di qualsiasi lavoro si tratti, un’attenta e approfondito attività di ricerca è assolutamente fondamentale per lavorare nell’arte e individuare le opportunità per raggiungere le proprie aspirazioni. Parliamo di ricerche di mercato, di nuove tecnologie e metodi, di nuove idee e di nuove proposte. Si tratta infatti di un fattore molto importante nella valutazione delle vostre competenze e del valore aggiunto che potete garantire all’interno di un settore sempre più competitivo e che necessità sempre di più un nuovo modo di arrivare al pubblico e di tenerselo stretto.
    Si tratta di materiale che può aiutare molto sia durante un colloquio, che come dimostrazione della vostra professionalità. Potrete rivelarvi pionieri del settore e punti di riferimento per molti altri professionisti, strumenti e teorie.
    Per quanto infatti l’arte getti le proprie origini molto lontano nel tempo, agli albori della storia dell’umanità, si tratta di un settore alla costante e bisognosa ricerca di innovazioni. Non tutto è già stato fatto e detto, anzi.

  • Siate social – Sono finiti ormai i tempi in cui l’arte era un settore fatto di “dinosauri”, che snobbavano la tecnologia come uno strumento per menti chiuse e alienate e animi poco sensibili. Ormai, che piaccia o meno, anche l’arte è entrata in stretto contatto con lo smisurato universo internet e, in particolare, i social media, odio e amore di ogni realtà economica e sociale dei nostri tempi. Il rapporto tra arte e social media richiede quindi una grande presenza su di essi da parte di chi vuole lavorare in questo settore. Che serva per promulgare la propria opinione, la propria ricerca o il proprio operato, è ormai fondamentale essere capaci di utilizzare le piattaforme social, legate sempre più spesso ad un blog, nuovo genere di biglietto da visita, essenziale per mostrare il proprio portfolio e il proprio valore aggiunto.
    Dimostrare la propria presenza e la propria creatività sul web vi aiuterà moltissimo nella creazione di una carriera nel mondo dell’arte, indipendentemente dalla professione che intendete svolgere.

  • Tirocini e stage – Come abbiamo cominciato ad accennare nel primo punto, seguire tirocini e stage di ogni genere nel settore, che aiutino a capire sin da subito come funziona il complesso mondo dell’arte, su quali equilibri si basa, come si innova e si rinnova e quale ruolo svolge ciascuna professione è molto importante per capire in che direzione sta andando l’arte e come posizionarsi al suo interno a livello lavorativo.
    La gavetta è fondamentale in questo settore, senza la quale è pressoché impensabile trovare un lavoro e rafforzare il proprio CV.
    Può inoltre essere un ottimo modo per capire se il tipo di carriera che avete scelto è proprio quella che vi interessa, o se preferite lavorare in questo settore in un altro modo. In ultimo, ma aspetto non meno importante, raccogliere skill che appartengono anche ad ambiti affini, per quanto diversi, dal vostro può essere un ottimo modo per arricchire le proprie credenziali professionali.

  • Impegnatevi a seguire l’Art Calendar – Non vi è evento, mostra, opera d’arte, artista che debba sfuggire alla vostra conoscenza e frequentazione, che si tratti di una mostra locale, o di un vernissage dall’altro campo del mondo. L’Art Calendar va seguito passo passo e va seguito tutto, specialmente quando parliamo di appuntamenti come la Fieze Art Fair di Londra, le Aste di Impressionismo, l’Asian Art Week, oppure l’inaugurazione di una mostra particolarmente innovativa e all’avanguardia a Roma.
    Non esistono scuse: anche se non potete recarvi di persona, comunque è bene che seguiate questo Calendario, anche se da lontano, con l’aiuto di portali internet specializzati, social media appunto o riviste di settore.

  • Cover Letter e CV – Lavorate bene alla presentazione di voi stessi e rendete il vostro CV, ma soprattutto la vostra Cover Letter dei documenti a “regola d’arte”. Assicuratevi che ci sia tutto quello che ritenete essere d’aiuto per lavorare in questo settore. Dimostrate la vostra dose di creatività, anche per i ruoli più professionali, che comunque sarà largamente apprezzata data la natura dell’arte in sé. Dimostrare sensibilità oltre che capacità si rivelerà un passo fondamentale nella buona riuscita della propria presentazione.

  • Sappiate parlare il linguaggio dell’arte…ma anche le lingue – L’arte è una realtà umana che spazia in ogni singolo angolo della Terra. Non esiste cultura dove non esista arte e che non entri nel discorso artistico. Il mercato dell’arte è in crescita e in sempre più continua diversificazione. Questo significa che conoscerne il linguaggio in ogni sua forma è importante, ma anche conoscere le lingue attraverso le quali comunicare tale linguaggio. Indipendentemente dall’ambito in cui si decide di operare, parlare più lingue è un sine qua non immancabile nelle competenze di ogni professionista. Assicuratevi quindi di affiancare i vostri studi o i vostri corsi di aggiornamento professionale con lo studio di almeno una lingua straniera, se non di più. Più saprete comunicare, meglio sarà per il vostro percorso professionale e più chance avrete di lavorare nell’arte.

  • Tenersi informati e leggere tanto – Può sembrare assolutamente ininfluente nel raggiungimento di una carriera nel mondo dell’arte, ma questo punto segue le stesse linee e gli stessi parametri dell’Art Calendar. Tenersi aggiornati sul mondo dell’arte rispetto a ciò che scrivono riviste specializzate, testate online, critici e giornalisti d’arte di grande influenza e in generale su quale sia il trend artistico del momento è assolutamente fondamentale. Come mantenere alta la propria conoscenza di testi e saggi che trattano ogni tipo di argomento relativo a questo settore. Anche questa è infatti una competenza, cioè il tenersi aggiornati e il saper intavolare discussioni di ogni tipo rispetto al campo dell’arte. Non tutta la conoscenza si apprende infatti durante gli studi, come anche non tutte le opinioni e le novità.
    Dedicare una buona parte della propria giornata all’informazione e alla lettura è quindi fortemente raccomandato e può fare enorme differenza.

  • Networking – L’arte, sotto ogni punto di vista, è fatta di persone e, come tale, è fatta di relazioni. Mantenere una salda e costante rete di contatti è molto importante per garantire il continuo “ricircolo” del proprio nome e continue informazioni rispetto all’attualità di settore, così da sapere sempre come, dove e a chi rivolgersi in ogni momento e per qualsiasi evenienza. La buona vecchia rete di contatti, insomma, con i quali saper intrattenere le giuste relazioni e alle quali chiedere nel caso in cui siate alla ricerca di un lavoro.

  • Prendete con serietà le vostre passioni – Che si tratti di fare l’artista a tempo pieno, o di qualsiasi altro ruolo all’interno del settore, se non siete i primi a prendervi con serietà e professionalità, nessuno lo farà al posto vostro. Che sia organizzando eventi d’arte indipendenti, tenendo un blog affidabile e ben curato, attivare una pagina social di scambio e interazione rispetto ad un determinato argomento, cominciare ad agire e dedicarsi alla propria ambizione come se si fosse già retribuiti per il proprio lavoro e i propri sforzi. Perseverare è inoltre importantissimo. Non aspettate che i frutti del vostro impegno, per quanto intenso, siano immediati. Dunque armatevi di continua pazienza, ma soprattutto di continua presenza sui canali di vostro interesse, siano essi online o offline.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali