informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Specializzarsi in Mediazione Interculturale a Pescara: il master online

In un momento storico come questo, durante il quale geopolitica e sicurezza, come anche l’antiterrorismo, sono temi così importanti e sempre di più grande rilevanza, e un dialogo internazionale e multiculturale è sempre più urgente al fine di generare un clima di pace e tolleranza che sia efficace, sostenibile e rispettoso verso tutti gli esseri umani.

Questo perché a repentaglio ci sono diritti umani fondamentali, come la libertà, la vita e, appunto, la sicurezza, anche rispetto ai flussi migratori e alle tante situazioni di emergenza umanitaria generate da conflitti e povertà estrema.

Ovviamente, non si tratta di un dialogo semplice: le culture che entrano in contatto tra loro sono spesso profondamente diverse l’una dall’altra, hanno valori opposti e si muovono su equilibri che faticano a convivere. Professionisti che sappiano orientarsi e gestire questo tipo di comunicazione giungendo a risultati positivi sono sempre più richiesti in quest’ambito. Ma come fare a specializzarsi in Mediazione Interculturale? E quali le opportunità a Pescara?

Come specializzarsi in Mediazione Interculturale a Pescara

A Pescara l’opportunità più grande per studiare mediazione internazionale la offre l’Università Telematica Niccolò Cusano, con sede centrale a Roma e Learning Centre sparsi capillarmente in tutto il territorio italiano, Pescara inclusa. L’Unicusano propone all’interno del suo ricco e specializzante piano formativo il Master in Mediazione Interculturale, afferente alla facoltà di Scienze della Formazione e della durata di un anno.

Questo master universitario telematico ha come obiettivo proprio quello di formare dei professionisti che siano altamente qualificati e competenti in questo settore, fornendo loro tutte le conoscenze e tutti gli strumenti per cogliere non solo le sfide, ma anche e soprattutto le opportunità che un dialogo multiculturale e un contesto pluralistico possono presentare. Individuare il potenziale di un rapporto interculturale e saper mediare nell’interesse d’entrambi, ma anche e soprattutto nell’interesse di una condizione di pace è alla base dell’arricchimento e della crescita del mondo a livello generale e del lavoro di chi vuole diventare un mediatore interculturale di successo. Ovviamente questo va a braccetto con la capacità di mediare nel mentre che un conflitto è già in atto, offrendo nuovi punti di vista, che possono portare a nuove e definitive soluzioni.

mediazione interculturale pescara

I vantaggi di un master come questo sono, innanzi tutto, la formazione spiccatamente interdisciplinare, offrendo competenze professionali e culturali in ambiti più “ovvi”, come ad esempio la mediazione culturale, la gestione e la risoluzione dei conflitti e il diritto giuridico nazionale e internazionale, ma anche a livello più vasto, come ad esempio la pedagogia generale e interculturale, ma anche la psicologia sociale, l’educazione, l’antropologia, la comunicazione, i mass media, il giornalismo interculturale, le media relations e, ovviamente, la competenza linguistica, fondamentale per poter approcciare un ambito così internazionale.

Perché la necessità di una formazione così varia? Perché diventare mediatore interculturale significa sapere che il dialogo non avviene tra due enti che prescindono i loro background, la loro storia, le loro tradizioni e i loro bisogni tramandati nel tempo. Dunque ogni mediazione deve avvenire tenendo di conto, conoscendo e prevenendo ogni singolo aspetto di tale scambio.

Ciò ne va del rispetto di ciascuna cultura, cosa che potrebbe costituire un grande problema, specialmente in un momento così delicato come questo periodo storico. Ogni singolo aspetto della mediazione interculturale deve essere tenuto di conto, sia esso giuridico, psicologico, sociologico o pedagogico.

Nonostante la ricchezza del materiale e della varietà di studio, comunque il corso non intende proporsi come un master prettamente teorico, bensì come un corso di studi molto pratico e job oriented, che dia agli studenti la competenza operativa per agire sin da subito nel proprio lavoro, competenza che si fonda sì su basi teoriche forti e approfondite, ma che comunque viene sviluppata grazie a un approccio hands on, permesso dai tanti seminari pratici, workshop e casi di studio in mediazione interculturale.

Ad organizzarli sarà un corpo docenti formato da professionisti ancora attivi nel settore, che sapranno arricchire i loro corsi di studio anche con la loro esperienza, dando equa importanza al sapere e al saper fare. Lo studio esperienziale è infatti una caratteristica fondamentale dell’apprendimento Unicusano, nella convinzione che sia ciò che permette di diventare veri professionisti e non semplici diplomati.

Al termine del master in Mediazione Interculturale tutti i corsisti saranno quindi in grado di operare all’interno di organizzazioni sia pubbliche che private che operano in questo campo, come anche enti non governativi, Onlus, istituti scolastici e luoghi di formazione.

Gli sbocchi lavorativi di un master in Mediazione Interculturale

Quali quindi gli sbocchi lavorativi di un master in Mediazione Interculturale? Cosa fa un mediatore interculturale? Come abbiamo già accennato, i profili sono tanti e vari. Il dialogo tra culture, infatti, avviene su più fronti e sono tanti gli ambiti toccati. Alcuni esempi sono:

  • Consulente esperto in mediazione interculturale
  • Operatore socio-culturale
  • Operatore nella cooperazione e nel volontariato, sia a livello nazionale e internazionale
  • Operatore di prima accoglienza
  • Operatore nei contesti riguardati flussi migratori e assistenza ai profughi
  • Mediatore culturale nelle ambasciate
  • Giornalista
  • Operatore nel settore delle comunicazioni e dei mass media
  • Operatore nell’editoria specializzata nel settore
  • Esperto in studi filosofici, antropologici e religiosi, oltre che del pluralismo culturale e confessionale tipico di una società multiculturale
  • Esperto in metodologia del dialogo
  • Esperto nell’etica del riconoscimento

mediazione interculturale pescara master

L’ordinamento didattico: la solida base teorica

Dunque a cosa ci riferiamo quando parliamo di solida base teorica di un master online Unicusano? Cosa si studia nel master in Mediazione Interculturale a Pescara?

Gli argomenti di studio in cui il corso è articolato sono i seguenti:

  • Elementi di diritto internazionale del lavoro – Si tratta di elementi riferiti alla legislazione vigente e si tratta di un argomento fondamentale in un momento storico come questo, in cui l’internazionalizzazione delle imprese è una realtà sempre più diffusa e il rischio di sfruttamento lavorativo è sempre dietro l’angolo, specialmente nei Paesi meno sviluppati e tutelati.
  • Economia politica – Storia e politica delle migrazioni al fine di comprendere più approfonditamente i flussi migratori moderni
  • Etica e deontologia professionale – Verranno approfondite l’etica e la deontologia professionale per quanto riguarda il ruolo del mediatore interculturale. Verranno introdotti gli elementi di codice del comportamento comunicativo da adottare in relazione alla varie culture presenti in Italia, come anche il codice di condotta da mantenere in un dialogo tra qualsiasi due culture anche a livello mondiale.
  • Psicologia della comunicazione – Verrà analizzato il modo in cui i media presentano il concetto di diversità e come essi possono aprire e facilitare, oppure complicare il dialogo tra più culture. Il ruolo della stampa è infatti molto importante ed è in grado di fuorviare l’opinione di intere popolazioni anche per intere epoche storiche. Verrà inoltre approfondito il concetto di censura, primo grande ostacolo ad una comunicazione costruttiva.
  • Psicologia sociale – Si entrerà quindi nel vivo della teoria e della tecnica della mediazione e della gestione dei conflitti. Si affronterà il concetto di società e di come essa possa tutelare o meno la diversità.
  • Pedagogia interculturale – In questo caso si parlerà invece dei processi educativi e scolastici nelle società multiculturali contemporanee e di come il concetto di formazione ed educazione sia mutato nel tempo anche grazie a queste realtà sempre più multiculturali che caratterizzano la nostra nazione come tutto il nostro mondo. I corsisti saranno quindi in grado di acquisire gli strumenti necessari per operare in ambiti formativi multiculturali.
  • Sociologia – Comprendere la società è un passo fondamentale nella specializzazione in Mediazione Interculturale. Globalizzazione, migrazioni, interculturalismo: sono tutti aspetti di una complessità sociale che deve essere sviscerata e compresa al fine di sfruttarne le grandi opportunità e farla funzionare in favore di un clima pacifico ed equo.
  • Antropologia culturale – Che le società in giro per il mondo abbiano attraversato dei forti cambiamenti negli ultimi anni e in generale la natura mutevole di una società sono degli aspetti fondamentali della conoscenza di un mediatore interculturale. Essere consapevoli di tale processo di cambiamento permette di sapere come rapportarvisi e aumentarne le potenzialità. Sarà data particolare attenzione alla situazione italiana e ai grandi cambiamenti vissuti negli ultimi decenni.
  • Linguistica – La lingua è un aspetto fondamentale della comunicazione. L’approfondimento e l’apprendimento delle lingue moderne è un aspetto fondamentale della professione del mediatore e permette di avere ulteriore accesso e comprensione della cultura di un popolo.

master mediazione interculturale pescara

I seminari e gli approfondimenti.

Abbiamo parlato di seminari, workshop e approfondimenti monografici che arricchiranno questa forte base teorica, ma di cosa si tratta nello specifico? Su cosa verteranno?

I contenuti affrontati nei vari seminari saranno i seguenti:

  • La condizione di minoranza – Si tratta di uno degli aspetti più delicati del lavoro del mediatore interculturale. Lavorare a contatto con realtà oppresse e poco rispettate, come ad esempio la persona immigrata o la piccola comunità locale, richiede grandi capacità di mediazione, specialmente quando si ha a che fare con servizi pubblici e scuole. Si tratta infatti di contesti in cui spesso i diritti umani vengono trascurati se non viene dato spazio ad un giusto e aperto dialogo.
  • Educare all’interculturalità – Come fare ad aprire le porte di questo concetto a chi non ne ha mai sentito parlare? Attraverso quali attività si può dare adito all’integrazione? Come fare per educare un popolo all’interculturalità, trasmettendola come un’opportunità invece che una minaccia? Durante questo seminario si darà risposta a queste domande, fornendo strumenti pratici e applicabili.
  • L’intercultura, un problema politico e sociale dei sistemi democratici – Ovviamente l’interculturalità può rappresentare un grosso bug all’interno di sistemi legislativi e legali che, fino a questo momento, non hanno mai dovuto occuparsi dell’individuo estero, bisognoso di assistenza, o dell’internazionalizzazione dei mercati. Verranno quindi analizzati i dati nel panorama internazionale e si dimostrerà come convertire un problema in un’occasione.

Il fine ultimo di questi seminari è inoltre quello di fornire capacità prettamente pratiche rispetto ai seguenti aspetti della mediazione culturale:

  • La fase di accoglienza di un migrante o di un profugo
  • La gestione di un colloquio iniziale: la raccolta anamnestica e la definizione della domanda
  • La riformulazione di una domanda
  • La definizione di un contratto
  • La gestione di un colloquio

Supporto e informazioni.

Per maggiori informazioni, non esitate a chiedere subito qui: il nostro staff è a vostra completa disposizione. Vi aspettiamo.

Commenti disabilitati su Specializzarsi in Mediazione Interculturale a Pescara: il master online Studiare a Pescara

Read more

Scegliere le proprie opportunità a Pescara con Unicusano.

Scegliere è un aspetto fondamentale della vita di tutti, specialmente quando si tratta di studenti e lavoratori e scelte universitarie o di aggiornamento. Optare per un percorso accademico o una specializzazione piuttosto che un’altra può essere davvero determinante per il proprio futuro e per la realizzazione delle proprie ambizioni. Questo perché noi siamo le scelte che facciamo e l’Università Telematica Niccolò Cusano di Pescara lo sa bene.

È per questo che presso questa università le scelte si moltiplicano sotto ogni punto di vista. Non si tratta, infatti, di scegliere “solo” il corso di laurea online, il master online o il corso online di aggiornamento e perfezionamento professionale che fa più al caso delle proprie ambizioni e necessità.

Si può infatti anche scegliere il metodo di studio e gli orari che fanno più al caso. Questo avviene grazie alle piattaforme telematiche dell’Unicusano, che permettono di scegliere la modalità di studio blended. In questo modo, materiale didattico e lezioni staranno accessibili 24 ore su 24 da una qualsiasi connessione internet e da qualsiasi dispositivo, permettendo di organizzare le ore di studio e di lezione secondo le proprie necessità e possibilità. In questo modo, il proprio percorso accademico può essere conciliato con un lavoro già avviato, specifici bisogni privati oppure un’esperienza lavorativa o un tirocinio extracurriculare che aumenta le proprie competenze e capacità e, di conseguenza, le possibilità di placement al termine degli studi.

Ma non finisce qui. Proprio come si può scegliere di studiare online, si può scegliere di non farlo, oppure comunque usufruire dei servizi di un campus universitario più tradizionale, grazie al Learning Centre di Pescara e gli altri sparsi in tutta Italia, dove le lezioni potranno essere seguite in aula, oppure si potrà avere accesso a biblioteche, mense e aree studio.

Insomma, poter scegliere è alla base del proprio futuro e l’Unicusano lo sa. Per maggiori informazioni, non esitate a chiedere subito qui! Noi vi aspettiamo 🙂

Commenti disabilitati su Scegliere le proprie opportunità a Pescara con Unicusano. Studiare a Pescara

Read more

Ecco come diventare Project Manager a Pescara.

Il Project Manager è probabilmente una delle figure gestionali più affascinanti nel mondo lavorativo moderno. Si tratta di una figura operativa di ampissimo spettro, che non solo opera in tanti e diversissimi settori lavorativi, ma copre anche molte e diverse mansioni. La sua preparazione è varia, interdisciplinare e al passo coi tempi. La capacità di prevedere e risolvere i problemi è ciò che fa di un project manager un professionista valido e indispensabile, che lavora ovviamente a capo di un progetto che richiede la sua gestione e organizzazione non solo da un punto di vista prettamente aziendale e lavorativo, ma anche umano e psicologico.

Insomma, skill di ogni tipo vengono richieste ad un Project Manager che si rispetti. E da oggi è arrivata anche a Pescara la possibilità di apprenderle in maniera specializzante, approfondita, completa e attuale. Grazie al Master Online in Project Manager dell’Università Telematica Niccolò Cusano, presente in Abruzzo con il suo Learning Centre, gli studenti potranno infatti diventare dei Project Manager in perfetta linea con le richieste del mercato del lavoro, con tutto il know how teorico e pratico necessario per svolgere in maniera brillante e con successo il proprio lavoro.

Competenza ed esperienza verranno insegnate e consolidate di pari passo, grazie ad un corso di studi specializzante e dalle ottime basi teoriche, ma anche fortemente volto al mondo del lavoro, nella convinzione che un approccio pratico sia fondamentale nell’apprendere una professione.

Il Master fornisce quindi un percorso di alta formazione, che prepara gli studenti secondo gli standard internazionali, in particolar modo quelli del Project Management Institute. Al termine degli studi ciascuno studente sarà quindi in grado di affrontare la gestione di progetti in tutti gli ambiti, sia dal punto di vista operativo, sia a livello economico e relazionale.

Per maggiori informazioni su questo nuovo master di Pescara, non esitate a chiedere subito qui, oppure veniteci a trovare presso il nostro Learning Centre: il nostro staff vi aspetta! A presto!

Commenti disabilitati su Ecco come diventare Project Manager a Pescara. Studiare a Pescara

Read more

Cosa vuol dire studiare online a Pescara?

Quella di studiare online è una scelta sempre più diffusa in tutta Italia, Pescara compresa, dove sono sempre di più gli studenti che scelgono di affrontare un corso di laurea online, ma anche i professionisti che decidono di approfondire e ampliare le loro competenze con un master online, o con i corsi di aggiornamento e perfezionamento professionale.

Ma quali sono le caratteristiche fondamentali di un’università telematica come ad esempio l’Unicusano e come sono strutturati i suoi tanti e specializzanti corsi online?

Innanzi tutto, la piattaforma telematica è la regina di questo tipo di formazione. Si tratta appunto di un portale online a cui ogni studente ha accesso tramite una password e sul quale sono disponibili 24 ore su 24 non solo tutte le lezioni in diretta streaming o registrate, ma anche tutto il materiale didattico. In questo modo, sarà garantito uno studio personalizzato e dinamico, accessibile in ogni momento e da ogni luogo.

Un’altra figura chiave è quella del tutor. Molti studenti, infatti, associano l’idea di un’università telematica a una struttura impersonale e virtuale, con la quale non si può avere un dialogo umano e immediato. In realtà non è così: ad ogni studente è assegnato un tutor che ha il compito di guidare e supportare il proprio tutorato nelle scelte didattiche e lavorative, nella strutturazione del proprio piano di studi, ma anche per quanto riguarda le problematiche inerenti alla vita universitaria di tutti i giorni, oppure a perplessità riguardo i corsi di studio. Proprio come il professore, il tutor è una figura di riferimento a cui rivolgersi nel momento del bisogno, o per un qualsiasi consiglio.

Nel caso di Pescara c’è poi il Learning Centre, ovvero una succursale didattica del main campus di Roma dove tutti gli studenti potranno recarsi per seguire le lezioni in aula, oppure per incontrarsi con i propri compagni di corso, chiedere informazioni o sostenere gli esami. Si tratta di un vero e proprio ateneo universitario a tutti gli effetti.

Per maggiori informazioni sui tipi di corsi tenuti presso l’Unicusano di Pescara, non esitate a chiedere qui: siamo a vostra disposizione! A presto.

Commenti disabilitati su Cosa vuol dire studiare online a Pescara? Studiare a Pescara

Read more

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali